Agoghè: nasce la rete identitaria delle comunità militanti

347 views

Le Comunità militanti che si erano radunate attorno al Campo Agoghè, danno vita ad una Rete Identitaria di respiro nazionale. Su impulso di Casaggì e Azione Studentesca, è stata finalmente lanciata la rivista omonima, che si è fatta laboratorio culturale permanente. Lo scopo è quello di mettere in sinergia le migliori esperienze vitalistiche, ribelli e politicamente scorrette che ancora resistono nella melma acquitrinosa della società post-moderna.

Il bollettino, al momento solo digitale e con poche tirature cartacee, si pone come veicolo di approfondimento e di Formazione, mettendo insieme spazi fisici; associazioni culturali, sportive e artistiche; case editrici, gruppi studenteschi e realtà meta-politiche, attraverso la diffusione di progetti, attività e spunti. La volontà è quella di proporre una visione del mondo che vada oltre gli schemi dell’informazione mainstream, che non si pieghi ai diktat di una contemporaneità deideologizzata e che preservi riferimenti chiari e lucidi, mantenendo in vita e coordinando le energie militanti presenti sui territori. Un universo di idee ed energie febbrili che si pongano in controtendenza alla corrente progressista, internazionalista e livellatrice oggi imperante.

Aprire sedi, aggregare giovani, formare nuovi militanti, edificare senza sosta, contaminare menti, tornare padroni delle strade, introdursi nei luoghi di istruzione, di lavoro, di amministrazione, di comunicazione, alimentare dibattiti fecondi, farsi uomini e donne dritti, riscoprire il senso della Comunità, radicarsi con la metapolitica, allevare anime sane, spontanee, incorrotte, rivoluzionarie. Queste le finalità che la Rete Identitaria, e con essa i suoi strumenti di divulgazione, si pone nei confronti di un mondo refrattario ai valori, all’autenticità e al pensiero libero. Nessun limite di età, di estrazione sociale, di impiego o di provenienza regionale: chiunque scelga di orientale la bussola nel solco dell’azione identitaria, merita un posto nelle fila della lotta.

Questo non è più il tempo della sopravvivenza, della riluttanza e dell’accettazione passiva: è il tempo di tornare a calvare la tigre, affrontare le tempeste d’acciaio della ghettizzazione e svincolarsi da quei limiti umani ancora troppo umani.

Margherita Grassellini
Margherita Grassellini
Margherita Grassellini, classe ‘95, laureata in Beni Culturali presso l’Università degli Studi di Firenze e specializzata in Storia dell’Arte medievale presso La Sapienza di Roma. Militante identitaria di Casaggì e collaboratrice di Passaggio al Bosco Edizioni.
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

17,959FansLike
4,058FollowersFollow

Leggi anche

Cristiani, il più grande gruppo religioso perseguitato al mondo, secondo il Pew Center.

L'intolleranza religiosa verso i cristiani continua a crescere in tutto il mondo, in testa alla lista dei gruppi religiosi presi di mira dai governi...

Tra i più letti

Conte annuncia abolizione del contante. “Sarà gentile e dolce”.

Per quanto riguarda il Cashless "vogliamo un'Italia piu' digitale, crediamo sia la strada per renderla piu' equa e inclusiva. Il contrasto all'economia sommersa, per rendere il...

Il filo ideologico che lega Bibbiano alla mamma multata a Reggio Emilia. Le dichiarazioni della Fangareggi.

Succede a Reggio Emilia, una mamma che è stata allontanata dal figliolo perché ritenuta inadeguata dai servizi sociali. Una di quelle tante storie di...

Migranti illegali costruiscono moschea abusiva nella sua proprietà. Residente greco di Lesbo denuncia alle autorità.

Una residente greca dell'isola di Lesbo ha presentato una denuncia dopo aver scoperto che i migranti illegali avevano costruito una moschea di fortuna sulla...

Articoli correlati

Cristiani, il più grande gruppo religioso perseguitato al mondo, secondo il Pew Center.

L'intolleranza religiosa verso i cristiani continua a crescere in tutto il mondo, in testa alla lista dei gruppi religiosi presi di mira dai governi...

La Dieta Mediterranea compie dieci anni di UNESCO, ma è sotto attacco.

“A dieci anni dalla proclamazione come patrimonio culturale dell’umanità da parte dell’Unesco, la dieta mediterranea è ingiustamente sotto attacco dai bollini allarmistici e etichette...

Galimberti fa il negazionista: l’anima è un complotto di Platone?

Ed eccolo di nuovo, il solito filosofo del materialismo astratto prodùrsi in una delle sue uscite e sostenere che l'anima è "un'invenzione di Platone...

Bufera comunista sulla nota del provveditore marchigiano che celebra il 4 novembre.

Il dirigente scolastico regionale delle Marche Marco Ugo Filisetti, in occasione del 4 novembre, festa dell’unità nazionale e delle forze armate, nonché commemorazione della...
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x