domenica, Settembre 27, 2020

Cft, Donzelli () segnala in procura: “solito poltronificio PD, gravi anomalie nel commissariamento”

“Organismo di vigilanza fu ignorato. Lavoratori ancora a rischio”: interrogazione al governo dopo la nomina di Ceccuzzi

Un’interrogazione per chiedere al governo di intervenire per tutelare i lavoratori di Cft, la cooperativa fiorentina da tempo in crisi. E una segnalazione alla Procura della Repubblica e ad Anac sulle “gravi anomalie” emerse nella gestione giudiziale. A presentarle è il deputato di Fratelli d’Italia Giovanni Donzelli.

“La cooperativa Cft, in grave crisi e da poco uscita da un commissariamento giudiziale, – spiega Donzelli – mentre licenzia e per rimediare ai disastri chiede addirittura ai lavoratori il pagamento di decine di migliaia di euro, nomina alla presidenza l’ex parlamentare del Pd Franco Ceccuzzi, il sindaco di Siena del disastro Mps, quando il Comune era proprietario della banca. Da decenni la cooperativa viene utilizzata dalla sinistra come un poltronificio: la nomina di Ceccuzzi, oggi, è l’ennesima prova evidente. Ma non è tutto. Siamo entrati in possesso di documenti dai quali emergono gravi anomalie, che erano state segnalate oltre un anno fa dall’Organismo di vigilanza della cooperativa, previsto dalla legge 231 sulla responsabilità amministrativa. Secondo le carte, il commissario giudiziale nominato nel febbraio 2019 risulterebbe fra gli stessi professionisti che fanno parte dello studio del soggetto attestatore, cioè il controllore che dovrebbe essere un soggetto terzo. ‘Una situazione di aperta e inconciliabile situazione di conflitto di interesse’, come l’ha definita nero su bianco lo stesso organo di controllo. Siamo molto preoccupati per il destino dei dipendenti: occorre fare luce al più presto sulla gestione dirigenziale per evitare che a pagare siano di nuovo i lavoratori”.

“Cft dopo aver licenziato, ora sta chiedendo a molti dipendenti, ex dipendenti e pensionati di ripianare i debiti della cooperativa, pretendendo il pagamento in un’unica soluzione della quota associativa, modalità vietata dallo Statuto. – sottolinea Donzelli – Chiediamo che la Magistratura e il governo pongano l’attenzione sul piano di ristrutturazione del debito scaturito dalla gestione commissariale: i danni causati dalla governance e le fragilità attuali della cooperativa non possono costare care, ancora una volta, soltanto ai lavoratori. Vogliamo che venga fatta chiarezza al più presto anche su altre gravi anomalie segnalate dall’Organismo di vigilanza, fra cui anche alcune consulenze d’oro: perché tali criticità così rilevanti sono state ignorate? Chiediamo al governo di intervenire urgentemente con ispezioni ministeriali previste dai poteri di controllo, con l’obiettivo principale di salvaguardare i dipendenti e verificare i collegamenti finanziari, nel sistema di crediti incrociati con altre cooperative toscane in crisi. Occorre scongiurare un effetto domino, – conclude Donzelli – a maggior ragione in un momento critico per l’economia e il lavoro come quello causato dall’emergenza coronavirus”.

Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

17,825FansLike
3,721FollowersFollow

Leggi anche

Inps. Lollobrigida (FdI): Raddoppio stipendio con complicità M5S, si dimetta

“L’Inps è nel caos. Il presidente Tridico ha fallito nell’erogazione della cassa integrazione, nei controlli per il reddito di cittadinanza ma in piena emergenza...

Tra i più letti

Conte annuncia abolizione del contante. “Sarà gentile e dolce”.

Per quanto riguarda il Cashless "vogliamo un'Italia piu' digitale, crediamo sia la strada per renderla piu' equa e inclusiva. Il contrasto all'economia sommersa, per rendere il...

Il filo ideologico che lega Bibbiano alla mamma multata a Reggio Emilia. Le dichiarazioni della Fangareggi.

Succede a Reggio Emilia, una mamma che è stata allontanata dal figliolo perché ritenuta inadeguata dai servizi sociali. Una di quelle tante storie di...

Migranti illegali costruiscono moschea abusiva nella sua proprietà. Residente greco di Lesbo denuncia alle autorità.

Una residente greca dell'isola di Lesbo ha presentato una denuncia dopo aver scoperto che i migranti illegali avevano costruito una moschea di fortuna sulla...

Articoli correlati

Inps. Lollobrigida (FdI): Raddoppio stipendio con complicità M5S, si dimetta

“L’Inps è nel caos. Il presidente Tridico ha fallito nell’erogazione della cassa integrazione, nei controlli per il reddito di cittadinanza ma in piena emergenza...

Inps: Rizzetto (Fdi), M5S la smetta di dare lezioni su taglio spese

“Dal presidente di Anpal Parisi al presidente dell’Inps Tridico  l’aumento dei loro stipendi è una vergogna senza fine e senza che alcuno della maggioranza...

Inps: Bignami (FdI), da Tridico sfregio inaccettabile 

"È sconcertante che in un momento come questo in cui tantissimi italiani hanno atteso per mesi e ancora aspettano la cassa integrazione e le...

Super Bonus: Ciaburro (FdI), Corte Conti blocca Decreti Mise

"La Corte dei Conti blocca i decreti del MISE sul Super bonus 110, chiedendo di fare chiarezza ed eliminando tutte le incongruenze emerse. E'...
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x