Comprensorio Cuoio, Petrucci (FdI): “La politica ha il dovere di sostenere il settore conciario affinché continui a competere sul mercato internazionale”

Una delegazione di Fratelli d’Italia ha incontrato l’associazione conciatori di Ponte a Egola e, successivamente, alcuni imprenditori di Santa Croce. “Il settore conciario è un esempio virtuoso di economia circolare”.

Una delegazione di Fratelli d’Italia, composta dal Consigliere regionale Diego Petrucci, i candidati al Parlamento Matteo Bagnoli e Giulia Gambini, candidati dai responsabili di della zona del cuoio Fabio Mini e Katiuscia Pace, oltre al coordinatore provinciale Marco Rusconi ed al capogruppo di ad Empoli Andrea Poggianti, ha incontrato l’associazione conciatori di Ponte a Egola e, successivamente, alcuni imprenditori di Santa Croce.

“La politica ha il dovere di sostenere il settore conciario, fiore all’occhiello dell’economia toscana, affinché continui a competere sul mercato internazionale -dichiara il Consigliere Petrucci- L’inchiesta keu ha danneggiato il settore alle prese con un difficile mercato e regole giustamente molto rigide in termini di sicurezza ambientale e inquinamento. Regole che all’estero non sono presenti, motivo per cui i nostri imprenditori del cuoio si trovano a competere con concorrenti agguerriti e senza limiti. Il settore conciario nostrano è dotato, tra l’altro, di due depuratori di altissimo livello, quello di Santa Croce e quello di Ponte a Egola”.

“Il Comprensorio del Cuoio rappresenta un’eccellenza a livello mondiale, le grandi firme internazionali si servono dagli artigiani del cuoio. L’intero comparto è, poi, il miglior esempio di economia circolare –sottolinea Petrucci- A Santa Croce le pelli di scarto, invece di finire in discarica, diventano prodotti di grande pregio. Nessun animale viene ucciso per farci una cintura, la pelle degli animali macellati per il ciclo alimentare diventa rifiuto speciale, escluso per quelle pelli che vengono trattate nel Comprensorio del cuoio dove sapienti mani artigiane le trasformano in un prodotto di lusso”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
9,719FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati