Dell’Arti vota Meloni e avvisa il PD: li batte tutti

Per il fondatore del Venerdì di Repubblica e amico di Eugenio Scalfari, escluso Draghi dalla competizione, Giorgia Meloni batte tutti per capacità e competenze e la vota, come spiegato in una intervista all'Huffington Post.

Al fondatore del Venerdì di Repubblica, e vecchio amico di Scalfari, non convince “la chiamata alle armi antifascista”.

“Io sono in crisi – spiega, intervistato dall’Huffington Post – E non credo di essere il solo. Non c’entro niente con e la sua storia, ma in termini di qualità personale – coerenza, intelligenza, abilità politica – è innegabile che, Draghi escluso, li batta tutti. Contro di lei vedo il rischio che preparino la pastetta democratica che ci propinano da trent’anni: il cacciavite, l’eroica difesa dello status quo, il fronte della demonizzazione personale. Vorrei tanto che non mi costringessero a votarla. Ma, se sarà inevitabile, forse, lo farò”.

Così Giorgio Dell’Arti, giornalista e scrittore, fondatore del Venerdì di Repubblica, in questa intervista.

Redazione
Redazione
La Redazione de La Voce del Patriota

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,949FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati