Difesa: Deidda (FdI), non solo le opposizioni criticano ministro Trenta

“I militari e le Forze armate devono essere rispettate come tali. Non sono e non sono una nuova Protezione civile”.

Così Salvatore Deidda, capogruppo di Fratelli d’Italia in commissione Difesa in sede di risposta al ministro Elisabetta Trenta nel corso del question time presentato da FDI.

“Non sono solo le opposizioni – ha aggiunto il deputato di Fratelli d’Italia – a criticare questa gestione del ministero della Difesa. L’hanno critica anche il sottosegretario Volpi prima, il sottosegretario Tofalo poi, i COCER ma anche i Capi di Stato Maggiore nelle diverse audizioni hanno ammesso che siamo in una fase nella quale la Difesa ha bisogno di più fondi. Non ci sono i soldi per gli straordinari per l’operazione ‘Strade sicure’. Ci sono problemi nel sistema anti aereo che dobbiamo rinnovarlo completamente ma non si sa con quali soldi”.

“Nel progetto di legge sull’acqua pubblica – ha concluso Deidda – c’è ancora una voce che prevede di tagliare alla Difesa un miliardo di euro. Ma la Difesa non è fondo da tagliare o un bancomat dal quale prelevare soldi per altre voci. Ne va della sicurezza dei nostri uomini e delle nostre donne in divisa e ne va della sicurezza della nostra Nazione”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
9,739FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati