Dl , De Carlo (FdI): preservare e conservare la naturale vocazione di Venezia

“Quello che va fatto a Venezia è rispettare il naturale rapporto fra uomo e natura facendo uso della tecnica in nome di una vera ecologia e non di un falso ambientalismo”.

Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia Luca De Carlo, coordinatore di FdI, nel corso della discussione generale sul .

“Bisogna rispettare quella che è la vocazione di Venezia – sottolinea De Carlo – con il suo porto di attracco che non può e non deve diventare un porto di transito e per far questo le soluzioni ci sono e sono sotto gli occhi di tutti: fare manutenzione dei canali e individuare Marghera come banchina di attracco per le , anche per salvaguardare tutto l’indotto che vi è alle spalle di questa meravigliosa città la cui bellezza e magia è conosciuta in tutto il mondo”.

“Venezia – osserva De Carlo – è città che prima della pandemica ospitava ogni anno 5 milioni di turisti di cui 1 milione 600mila portati dalle . Una città che ha subìto un forte spopolamento, passando dai 150mila abitanti nel 1977 agli attuali 51mila”.

“Per tutto questo – conclude De Carlo – facciamo affidamento su quello che con intelligenza e scienza deve e può essere fatto, tralasciando una visione ambientalista che non coincide con quelli che sono i reali interessi di Venezia e dei Veneziani per impedire che diventi terra di conquista dei grandi gruppi o, peggio, della malavita organizzata”.

 

 

Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
6,189FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x