Gay pride: il Comune vigili affinché vengano rispettate le sensibilità di tutti, non solo dei manifestanti

“Premettendo che è nostra convinzione ribadire il diritto di ciascun individuo a manifestare le proprie idee, non posso che essere preoccupata per lo svolgimento del “Gay pride”, qua a Torino, con il patrocinio del Comune – visto che durante manifestazioni simili spesso, i partecipanti ostentano il proprio sentimento sessuale con azioni e comportamenti che, in luogo pubblico, tendono a minare la normale sensibilità di una comunità, specialmente quando è presente un pubblico minorile.
Il mio auspicio è che gli organizzatori, e il Comune stesso, vigileranno al fine di evitare situazioni paragonabili al fatto gravoso, avvenuto nella città di Cremona, dove durante il “Gay pride”, alcuni partecipanti hanno esposto un manichino raffigurante la Vergine Maria in maniera oscena. Per rivendicare diritti non c’è alcun bisogno di offendere la fede cristiana o il resto della comunità che non si sente rappresentato da queste manifestazioni. Mi auguro che episodi del genere possano essere evitati con fermezza”.

Lo dichiara Paola Ambrogio, Consigliere comunale di Fratelli d’Italia per il Comune di Torino.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,499FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati