Giorgia e la politica estera che piace ai patrioti

1.474 views

L’inizio del 2020 sta dando ragione al Times, che aveva inserito Giorgia tra le personalità più influenti del mondo. La formazione più giovane di tutto il mondo politico italiano che conta, è da mesi in crescita costante, così come è in crescita costante il gradimento della sua leader. Un gradimento che va oltre i confini nazionali, grazie alla fitta rete di relazioni internazionali che il partito di Giorgia ha saputo tessere in questi mesi: non a caso l’ultima edizione di Atreju ha visto la partecipazione di numerosi esponenti e capi di stato europei, tra cui il premier ungherese Viktor Orban.

Risultato immagini per cpac giorgia meloni
Giorgia al CPAC nel 2019

Già lo scorso anno Giorgia era volata negli per partecipare al CPAC, il prestigioso convegno dei americani, ma l’ultimo viaggio negli States di Giorgia la ha definitivamente consacrata a esponente politico di rango internazionale. Giorgia è stata l’unica italiana invitata al , storica convention del mondo cristiano tradizionalista che nell’edizione del 1994 ha visto la partecipazione di Madre Teresa di Calcutta.

Le reazioni a questo attivismo internazionale della leader di Fratelli d’Italia sono state di ogni tipo: c’è chi riconosce la statura politica di una donna capace e coerente come nessun altro, ma c’è chi non si capacita come gli possano prendere in considerazione una formazione che ha al centro del suo simbolo la fiamma tricolore che fu del Movimento Sociale Italiano, come poi c’è chi vede la politica estera di come un atto di supino allineamento agli “yankee”.

Il problema dell’opinione pubblica italiana è la sua tragica propensione al ragionare da sottomessa. Sarà per la nostra plurisecolare storia contrassegnata da vari domíni stranieri, sarà per il nostro eterno carattere partigiano che porta sistematicamente a dividerci in fazioni, saranno forse tutti i nostri endemici difetti:  nessuno sembra aver compreso lo spirito con cui Giorgia si pone di fronte a qualsiasi interlocutore internazionale, che è quello proprio di chi ha come unico obbiettivo quello di fare gli interessi della sua Nazione.

Quanti politici abbiamo visto scodinzolare di fronte al Presidente straniero di turno? Quanti ne abbiamo visti fare la questua nelle ambasciate per ottenere un appuntamento, un viaggio o anche una “benedizione” via twitter? Quanti ne abbiamo visti farsi usare per essere poi cestinati quando non più utili? Quanti ne abbiamo sentiti, anche di recente, fare dichiarazioni assurde e con la lingua felpata per ingraziarsi un capo straniero?

È bene quindi mettere in evidenza alcuni fatti, che possono far capire qual è l’approccio che un politico italiano dovrebbe avere nelle relazioni internazionali.

Mentre era a Washington, nello stesso giorno in cui parlava al , Giorgia rispondeva così ad una domanda sulla NATO:

NATO: , ‘NON SEMPRE NOSTRI INTERESSI COINCIDONO CON QUELLI

“Siamo parte della Nato ma non sempre gli interessi italiani e europei coincidono perfettamente con quelli . Comprendo la forte alleanza che esiste tra e Arabia Saudita ma so bene che per noi l’Arabia Saudita vuol dire realtà abbastanza vicine a quel fondamentalismo islamico che a casa nostra produce attentati e sangue”

Ha poi aggiunto sulla politica estera di e sulla proposta di Gerusalemme capitale d’Israele:

“Alcuni passaggi della politica estera non mi sono piaciuti. Noi non saremo mai vicini all’Arabia Saudita e la dichiarazione unilaterale di riconoscimento di Gerusalemme capitale di Israele rischia di esasperare la tensione in una regione mediorentale con un equilibrio già precario. Ci deve essere una politica estera italiana, autonoma pur nel rispetto dell’Alleanza atlantica, come dovrebbe esserci una politica estera europea che invece langue.”

Non si è fatta problemi a dire quello che pensava anche quando gli hanno assassinato a Bagdad il Generale iraniano Qasem , mettendo in evidenza come certe tensioni mettano a rischio l’interesse nazionale italiano.

in Israele

Così come quando , mentre era in Israele insieme a Bibi Netanyahu (che lui considera un vero punto di riferimento), definì gli esponenti libanesi di “terroristi islamici”, dimenticando (o non sapendo) che gli insieme all’esercito arabo siriano hanno difeso i cristiani dai tagliagole dell’. Ma soprattutto mettendo a rischio il contingente italiano che svolge da decenni una missione internazionale in Libano per conto dell’Onu. Anche in questo caso Giorgia Meloni prese le distanze da certe uscite sguaiate, dichiarando che “Se oggi in Siria si fa ancora il Presepe è anche grazie ad Hezbollah“.

Il segreto della politica estera di Giorgia è dunque svelato: costruire rapporti internazionali senza subordinazioni o soggezioni, rimanendo sempre liberi di dire ciò che si pensa anteponendo sempre e solo l’interesse nazionale. È una cosa che dovrebbe essere scontata, ed è così che ragionano tutte le altre nazioni del mondo. Ma in Italia siamo fin qui stati abituati ad avere personalità che si sono sempre poste supinamente di fronte agli altri capi di Stato, con il conseguente e incalcolabile danno alla nostra immagine. A nessuno piacciono i servi.

La verità è che ci vogliono le palle per fare dichiarazioni come quella di ieri a Washington nel giorno in cui parla . E soprattutto avere la libertà di dire quello che si pensa: la credibilità e il rispetto internazionale passano da questi requisiti.

La statura internazionale di non è solo una risorsa per Fratelli d’Italia, lo è per l’Italia intera. Abbiamo il disperato bisogno di una classe politica che abbia la schiena dritta, che sappia porsi col resto del mondo con diplomazia e allo stesso tempo con fermezza, avendo sempre come stella polare l’interesse nazionale.

In un tempo in cui la caratura della classe politica italiana è ai minimi storici, rappresenta indiscutibilmente una speranza.

 

Twitter @francescofilini
Facebook Francesco Filini

Subscribe
Notificami
guest

Questo sito Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

17,856FansLike
3,821FollowersFollow

Leggi anche

Video. Covid, Meloni: il Governo ha gettato nel cestino le nostre proposte.

"Abbiamo depositato migliaia di proposte serie che arrivavano dal confronto con le categorie produttive che ritenevamo potessero dare una mano. Dei 2000 emendamenti presentati...

Tra i più letti

Conte annuncia abolizione del contante. “Sarà gentile e dolce”.

Per quanto riguarda il Cashless "vogliamo un'Italia piu' digitale, crediamo sia la strada per renderla piu' equa e inclusiva. Il contrasto all'economia sommersa, per rendere il...

Il filo ideologico che lega Bibbiano alla mamma multata a Reggio Emilia. Le dichiarazioni della Fangareggi.

Succede a Reggio Emilia, una mamma che è stata allontanata dal figliolo perché ritenuta inadeguata dai servizi sociali. Una di quelle tante storie di...

Migranti illegali costruiscono moschea abusiva nella sua proprietà. Residente greco di Lesbo denuncia alle autorità.

Una residente greca dell'isola di Lesbo ha presentato una denuncia dopo aver scoperto che i migranti illegali avevano costruito una moschea di fortuna sulla...

Articoli correlati

Video. Covid, Meloni: il Governo ha gettato nel cestino le nostre proposte.

"Abbiamo depositato migliaia di proposte serie che arrivavano dal confronto con le categorie produttive che ritenevamo potessero dare una mano. Dei 2000 emendamenti presentati...

Conte ricomincia … ma oggi più che mai i dpcm sono incostituzionali.

Con l’arrivo dell’autunno e della nota e assai sbandierata nei mesi addietro seconda ondata, è tornata l’abitudine del premier di emanare i tanto cari...

Idrossiclorochina e Covid19. Una cura boicottata con troppa fretta?

Non vi sono dubbi che mai prima del manifestarsi di questa pandemia, la comunità scientifica sia caduta in così tante esitazioni, contraddizioni e ritrattazioni....

Covid, Meloni: vogliamo risposte su stop a idrossiclorochina e Plasma iperimmune.

Dobbiamo combattere il Covid con tutti i mezzi che abbiamo a disposizione, consapevoli del fatto che è un nemico che si può battere. Ma...
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x