La cultura veneta senza barriere senso-percettive

Il Presidente del Gruppo Consiliare , Enoch Soranzo, ha depositato oggi in Consiglio Regionale una mozione indirizzata alla Giunta della Regione, affinché valuti la possibilità d'inserire elementi di premialità nei bandi di finanziamento del settore per l'eliminazione delle barriere senso-percettive.
La proposta del Presidente Soranzo ha come obiettivo principale quello di rendere accessibili a tutti le attività culturali della Regione, eliminando le problematiche che impediscono a coloro che hanno disabilità sensoriali di partecipare pienamente alla vita culturale del territorio.
“Il nostro obiettivo è garantire l'accessibilità culturale a tutti i cittadini, senza alcuna discriminazione”, ha dichiarato il presidente Enoch Soranzo. “In particolare, gli eventi culturali devono rappresentare un'opportunità aperta alla comunità intera, indipendentemente dalle eventuali disabilità sensoriali di cui alcuni spettatori possono essere portatori. Siamo convinti che la cultura sia un valore fondamentale per la formazione e la crescita di ogni individuo, e che debba quindi essere garantita a tutti indipendentemente dalle proprie condizioni fisiche.”
La mozione presentata da Soranzo propone d'inserire elementi di premialità nei bandi regionali di finanziamento per la cultura, con l'obiettivo d'incentivare i soggetti proponenti ad adottare soluzioni che eliminino le barriere senso-percettive e consentano la fruizione completa e autonoma dell'offerta culturale anche alle persone con disabilità, per garantire servizi a condizioni di parità tra tutti i cittadini.
“Riteniamo che l'inserimento di elementi di premialità possa rappresentare un incentivo
importante per i soggetti proponenti”, ha dichiarato Soranzo. “In questo modo, si potrà
garantire un maggior numero d'iniziative culturali accessibili a tutti i cittadini, considerato anche il notevole incremento delle presenze turistiche nella nostra regione, alla scoperta delle città d'arte e dello straordinario patrimonio storico-artistico, culturale e naturale rappresentato da 9 siti Unesco.”
La proposta di Soranzo ha ricevuto il sostegno e la sottoscrizione dei colleghi del gruppo consiliare regionale, che hanno riconosciuto l'importanza dell'iniziativa confortata anche dal successo del progetto LIS, primo in Italia, che ha reso accessibili luoghi di rilevanza culturale quali musei, edifici e palazzi grazie ad un pannello informativo con un QR Code destinato ad accedere a un video e una videoguida in lingua dei segni.
“Auspichiamo che la Giunta Regionale faccia propria, quanto prima, questa mozione”, chiosa il Presidente Soranzo. “L'accessibilità culturale è un diritto fondamentale, che deve essere garantito a tutti. Siamo convinti che l'inserimento di elementi di premialità possa rappresentare un incentivo importante per garantire un maggior numero d'iniziative culturali accessibili, e un importante passo avanti verso una società più inclusiva e rispettosa delle diversità.”

0 0 votes
Vota l'articolo
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
13,699FollowersFollow

Leggi anche

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x