Meloni: inaccettabile minaccia di ingerenza straniera. “Governo francese smentisca”

«Leggo su “La Repubblica” che il ministro francese per gli Affari europei, Laurence Boone, avrebbe detto: “Vogliamo lavorare con Roma ma vigileremo su rispetto diritti e libertà” e “saremo molto attenti al rispetto dei valori e delle regole dello Stato di diritto”. Replicando lo scivolone già fatto qualche giorno fa dal primo ministro francese Élisabeth Borne. Voglio sperare che, come spesso accade, la stampa di sinistra abbia travisato le reali dichiarazioni fatte da esponenti di governo stranieri, e confido che il Governo francese smentisca immediatamente queste parole, che somigliano troppo a una inaccettabile minaccia di ingerenza contro uno Stato sovrano, membro dell’Unione Europea. L’era dei governi a guida Pd che chiedono tutela all’estero è finita, credo sia chiaro a tutti, in Italia e in Europa».

Così su Facebook il Presidente di Giorgia Meloni.

Redazione
Redazione
La Redazione de La Voce del Patriota

5 Commenti

  1. Perfettamente d’accordo. Uno Stato sovrano come l’Italia non può essere messa “sotto controllo” riguardo alla gestione del suo governo e della sua conduzione.
    Già averlo menzionato è passibile di sdegno e di una reazione di richiamo dal nuovo Premier: On. Giorgia Meloni. Noi Patrioti ne prendiamo atto e sosterremo fino in fondo la sua protesta, come e quando vorrà far valere i suoi diritti di Sovranità decisionale in seno alla stessa UE.
    Alexia Pickar ** Geologist FDI

  2. Non leggo Repubblica, nè ascolto i commenti dei francesi. Sia l’uno che gli altri sono lontani anni luci dal mio modo di pensare. Tuttavia, godono della mia antipatia.

  3. GIUSTO LO SDEGNO E LA REAZIONE DEL PREMIER GIORGIA MELONI. NON SI PUO’ DUBITARE DEI MILIONI DI VOTI AVUTI DEMOCRATICAMENTE DAL POPOLO ITALIANO. AL GOVERNO FRANCESE DOVREBBERO VERGOGNARSI E PORGERE SCUSE.

  4. La Francia fa chiacchiere come le ha fatte la sinistra italiani che è ora in ginocchio e senza un futuro. Il futuro e’ nostro avendo un grande Presidente del Consiglio. La prima Donna a occupare questa carica nella storia d’Italia.

  5. Il governo francese da quando c’è Macron ha fatto della Francia un paese SENZA STATO DI DIRITTO, da che pulpito viene l’osservazione ! Due anni di manifestazioni di Gilets gialli che protestavano inizialmente contro il carocarburanti e ora siamo alle penurie di carburanti, a Parigi code chilometriche per le poche pompe di benzina ancora aperte con la polizia che controlla che la gente non riempia le taniche, il prefetto del Vaucluse che mette il primo abbozzo di “pass carbone” o energetico che dir si voglia per razionare la benzina alla gente ! E Macron aveva promesso di ascoltare il popolo francese… Macron ascolta solo McKinsey società di consulenza americana che gestisce lo stato francese negli ultimi due anni di pandemia, mentre la corruzione del regime macroniano dilaga, il segretario dell’Eliseo Alexis Kohler è sotto inchiesta per appropriazione indebita ma ovviamente essendo il braccio destro di Macron, quest’ultimo non lo fa dimettere e lo sostiene con la piena fiducia… Ah, la società elettrica EDF è stata saccheggiata negli ultimi anni dagli amichetti del Presidente che per questo vuole nazionalizzarla ora, non certo per ridurre le bollette ma per coprire il buco di bilancio che porterebbe al fallimento (questo lo dico per chi si vuole ispirare alla Francia per nazionalizzare l’Enel in Italia, la nazionalizzazione di EDF in Francia è un tappa buco di bilancio con le risorse dello Stato). La polizia francese durante la crisi dei Gilets gialli ha ferito migliaia di pacifici manifestanti, ha mozzato dita e reso ciechi da un occhio diversi manifestanti (éborgnés) usando inaudita violenza, e ci parlano di Stato di Diritto?? La rielezione di Macron è avvenuta in contesto di brogli elettorali con 2 milioni di voti trasferiti da Marine Le Pen a Macron al fotofinish da parte del software Dominion di voto elettronico al Ministero dell’Interno del suo ministro indagato per stupro Darmanin… Poveri francesi, quanto ancora dovranno sopportare quel dittatore arrogante e cinico? In Francia la gente lo detesta talmente che finirà come Ceausescu in Romania, già su twitter l’hashtag Macrondestitution è diffuso. Siamo noi Italiani a dover controllare che lo Stato di diritto sia tutelato in Francia !

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
11,294FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati