Nassirya, Meloni: sacrificio nostri Caduti è patrimonio Comunità Nazionale

Dichiarazione del Presidente del Consiglio Giorgia Meloni.

Nella Giornata del ricordo dei Caduti militari e civili nelle missioni internazionali per la pace, a nome di tutto il Governo rivolgo il più sentito e commosso ricordo a tutti i caduti italiani, civili e militari, che hanno sacrificato la propria vita operando, con onore e dedizione, fino all’estremo sacrificio, nei teatri operativi nei quali l’Italia è stata impegnata nel mondo.

Il 12 novembre 2003 è una data che rimarrà, insieme ad altre, scolpita per sempre nel cuore e nella mente degli italiani. In quella tragica giornata persero la vita in Nassirya diciannove italiani, militari e civili impegnati, insieme ad alcuni operatori iracheni, nella missione di pace Antica Babilonia. È questa una data che ha segnato indelebilmente le nostre coscienze. Per questo, ogni anno, il 12 novembre assurge a ricordo non solo delle vittime di Nassirya, ma di tutti i caduti italiani, civili e militari, nelle missioni internazionali.

L’Italia repubblicana svolge, dagli anni Cinquanta, missioni internazionali nei teatri operativi, anche quelli più complessi, nei quali le nostre Forze Armate, accanto al personale civile, rappresentano con la loro professionalità e umanità una garanzia di sviluppo democratico e di pace. A tutt’oggi sono in corso varie missioni che vedono impegnati in prima linea i nostri uomini e donne per garantire la pace, la sicurezza e il rispetto dei diritti umani in contesti difficili che comportano l’assunzione di grandi rischi e responsabilità.

Il sacrificio dei nostri caduti è un patrimonio della comunità nazionale e internazionale e il loro ricordo è un impegno che tutti dobbiamo onorare, con deferenza e riconoscenza.

Redazione
Redazione
La Redazione de La Voce del Patriota

2 Commenti

  1. Una strage che se gli USA non avessero invaso l’Irak con FALSO pretesto (ricordiamo tutti all’Onu l’immagine dell’Americano con la provetta vuota !!!), non si sarebbe MAI verificata. Diciannove famiglie che hanno sofferto per una collaborazione dell’Italia con la Nato che non aveva nessuna VERA base di diritto. Non ripetiamo gli errori, NON facciamo la guerra con la signora Presidente del Parlamento Europeo Roberta Metsola che in Italiano alla TV italiana ha avuto la faccia tosta di dire “la guerra che facciamo in Ucraina”, ovvero l’Europa FA LA GUERRA e noi pure. Basta perseguitare i cittadini Italiani con bollette alle stelle perchè l’Europa con la Nato FA LA GUERRA, i soldi per mandare armi li avete trovati invece le MULTE OVER-50 LE AVETE CONTABILIZZATE A BILANCIO E MANTENUTE… Giorgia traditrice finchè non leverete le multe over-50 e darete soldi nostri per alimentare una guerra vostra, ci spremete come limoni ! BASTA PERSEGUITARE GLI ITALIANI ! NON SIAMO SUDDITI !!!!!

  2. Con tutto il dovuto rispetto che si deve ai caduti, il problema è : che ci stavano a fare i nostri militari in Irak? Quali interessi nazionali dovevano difendere? La verità che dagli anni 50 del secolo scorso in poi siamo diventati mercenari decolorati dell’imperialismo americano.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
11,147FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati