Oggi ‘tour marittimo’ per Adolfo Urso: “Da FdI proposta per istituire Ministero del mare. Sarà innovazione del governo Meloni”

“Fratelli d’Italia dall’inizio di questa legislatura, quando eravamo soltanto opposizione, ha presentato alla Camera, a firma di Giorgia Meloni, e al Senato, a mia prima firma, il disegno di legge per istituire il Ministero del Mare per consentire al nostro Paese di poter valorizzare quell’economia che deriva appunto dalla sua collocazione geografica, storica e sociale, dal fatto che l’Italia è nata sul mare e attorno al mare. Siamo convinti che il mare considerato come risorsa possa diventare un elemento importante della nostra economia e in questo modo difendere il nostro interesse nazionale. D’altra parte il Ministero del Mare, attraverso un approccio organico, dovrà riuscire a coniugare l’esigenza del lavoro, dell’occupazione e dello sviluppo. Il tutto con ricadute positive non soltanto per la pesca ma, ovviamente, anche per il turismo balneare, la cantieristica, nautica, portualità, l’acquacoltura e pure per la stessa l’energia, visto che oggi si può ricavarla dal mare tutelando l’ambiente. Il Ministero del Mare sarà l’innovazione principale nell’architettura ministeriale del governo guidato da Giorgia Meloni”.

Lo dichiara il presidente del Comitato Parlamentare per la Sicurezza della Repubblica, senatore Adolfo Urso, già viceministro con delega al Commercio Estero per otto anni e oggi candidato al Senato per Fratelli d’Italia nei due collegi del Veneto.

In tal senso, il senatore Urso oggi è stato impegno in un ‘tour marittimo’ con i candidati Raffaele Speranzon (candidato camera e capogruppo in Regione di FdI), Bartolomeo Amidei ed Helenia Barban (candidati al Senato) lungo la costa veneta ed il collegio. Il tour ha toccato Porto Viro, con una prima tappa alla CIS Compagnia Italiana Sali, e Chioggia, con una seconda tappa alla O.P. Fasolari, esempio di azienda della pesca che a livello nazionale opera all’insegno della sostenibilità. Sempre a Chioggia l’incontro con lo Yatch Club, in rappresentanza del mondo della diportistica, ed infine in direzione Venezia il senatore Urso è stato ospite a bordo del natante dell’azienda ittituristica “nonno Renzo” derivante dalla riconversione della pesca: il trasferimento è stata l’occasione per esaminare e per un confronto sulle potenzialità della Laguna di Venezia. Infine, presso il terminal San Basilio di Venezia, un incontro con l’Autorità Portuale e la federazione Federagenti marittimi nazionali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
9,748FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati