Pesca, Romea Commerciale, Bolkestein – La Sfida Europea per il Delta, Rovigo, Chioggia

Pesca, Romea Commerciale, attuazione della direttiva Bolkestein. Buona parte del futuro della Laguna Veneta e del Delta dipende dalle politiche europee. “Qui più che altrove il ruolo dell’Europa è determinante per lo sviluppo del territorio e dell’economia”, ha detto l’europarlamentare di Fratelli d’Italia Remo Sernagiotto in una serie di incontri sul territorio con imprenditori, militanti, cittadini, prima allo stabilimento Bahia del Sole a Sottomarina di Chioggia, poi all’Autodromo di Adria.

MENO BUROCRAZIA PER LA PESCA E TUTELA DELLE SPIAGGE ITALIANE

Nella legislatura che sta volgendo al termine, Sernagiotto ha lavorato per combattere la concorrenza sleale nell’Alto Adriatico, promuovendo la pesca sostenibile certificata MSC: “Ma serve meno burocrazia, meno lacci e lacciuoli. I pescatori sono i primi difensori del mare e della fauna ittica”, ha detto Sernagiotto. “Pesca professionale e pesca ricreativa sono delle risorse fondamentali. Vanno preservate dall’attacco dei grandi colossi”.

Dal mare alla spiaggia il passo è breve: qui il problema principale per tutti gli operatori balneari è l’attuazione della direttiva Bolkestein. “L’Europa non arretrerà sulla Bolkestein, ma è soprattutto il Governo italiano che deve arrivare a una legge organica non impugnabile dall’Europa come chiesto più volte da Fratelli d’Italia. Le semplici proroghe – compresa l’ultima – sono facilmente attaccabili. Questo è uno dei primi provvedimenti a cui deve essere chiamato un Esecutivo di centrodestra: dare certezze agli operatori”.

A Sottomarina Sernagiotto si è intrattenuto con la famiglia Boscolo Montesuolo, titolare dello stabilimento Bahia da tre generazioni, con Matteo, il figlio, Michele, il papà, e nonno Antonio. “Un’impresa familiare che ha saputo innovare nel turismo. A questi imprenditori, l’Europa deve dare certezze”.

ROMEA COMMERCIALE E FONDI PER L’ECONOMIA E ZES

Con gli imprenditori di Adria e del Delta, provenienti dalla verie categorie (cantieri navali, pesca, agricoltura, turismo), Sernagiotto ha parlato anche di Romea Commerciale: “E’ una delle infrastrutture che servono a questo territorio. Il mio impegno è di farla inserire nella programmazione comunitaria. E’ un passaggio obbligato se si vuole ricevere dall’Europa una quota importante di co-finanziamento a fondo perduto. E’ una battaglia che ci deve vedere uniti. I nuovi corridoi sono la priorità dell’Agenda politica europea”.

E sempre in materia di finanziamenti, Sernagiotto ha sottolineato la necessità di un maggiore coordinamento sul fronte dei fondi comunitari per l’impresa: “E’ indispensabile creare sportelli sul territorio che aiutino le imprese a presentare i bandi europei. Con la programmazione 2021-2027 ci saranno miliardi di euro per le realtà che innovano e che vogliono investire”. Da qui il pieno appoggio anche all’istanza arrivata dal mondo imprenditoriale del Polesine e del Veneziano per l’istituzione di una Zes. “Questi strumenti hanno dimostrato di poter rilanciare l’economia di interi territori e hanno ben funzionato in Polonia e Spagna”.

Ad Adria, Sernagiotto è stato accolto, tra gli altri, dal coordinatore di Fratelli d’Italia di Rosolina Leo Patrian, da quello di Loreo, Tiziano Camisotti e dal candidato consigliere di Loreo Marco Andreolli.

“L’Europa può e deve fare molto per l’Area del Delta e della Laguna Veneta. Mi metto a disposizione di questo territorio come ho sempre fatto”, conclude Sernagiotto.

Redazione
Redazione
La Redazione de La Voce del Patriota
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

18,253FansLike
4,191FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x