Sanità, Veneri-Chieli (FdI): “Concorso per medici Internisti e del Pronto Soccorso, si tutelino Valtiberina e Casentino zone fortemente disagiate”

“Dimenticate da troppo tempo da una politica regionale accentratrice che si è ricordata delle vallate toscane solo in occasione delle tornate elettorali. Faremo arrivare le nostre richieste in Parlamento”.

“Dopo un tempo interminabile ed incomprensibile, è stato sbloccato il Concorso regionale per medici Internisti e medici del Pronto Soccorso. Il 27 ottobre saranno espletate le prove scritte e a metà novembre avranno luogo le prove pratiche. A dicembre saranno stilate le graduatorie. I posti a bando sono tre per ciascuna procedura concorsuale, ma poi la graduatoria scorrerà in base alle necessità, l’assegnazione spetterà poi alla Regione. Noi chiediamo a gran voce che siano tutelate Valtiberina e Casentino, zone di confine fortemente disagiate, la cui è in ginocchio, dimenticate da troppo tempo da una politica regionale accentratrice che si è ricordata delle vallate toscane solo in occasione delle varie tornate elettorali. Presenteremo un’interrogazione in Regione e faremo arrivare le nostre richieste in Parlamento dove acquisteranno maggiore forza” dichiarano il Consigliere regionale di Fratelli d’Italia Gabriele Veneri e la consigliera comunale di Sansepolcro e consigliera provinciale Laura Chieli.

“Ricordiamo che nel Reparto di Medicina Interna dell’Ospedale della Valtiberina vi sono rimasti solo 2 medici! Se il concorso in atto non consegnerà tempestivamente almeno altre due unità alla struttura, è evidente come questa sia destinata a chiudere, visti i turni massacranti ed intollerabili a cui i medici sono sottoposti e la carenza di servizio che inevitabilmente l’utenza riscontra quando in un reparto mancano la continuità terapeutica e la possibilità di una pianificazione di team. Il Pronto Soccorso dì Sansepolcro passerà a dicembre da 7 a 4 unità, vista le dimissioni già formalizzate da parte di tre medici!” sottolineano Veneri e Chieli.

“Il Casentino, con l’ospedale di Bibbiena, è in una situazione altrettanto complicata –spiegano Veneri e Chieli- Al pronto soccorso ci sono soltanto 4 medici, il reparto di Medicina Interna, attualmente con 5 medici, necessita comunque di un incremento di organico. Il buon funzionamento della rappresenta un diritto inalienabile, quindi non negoziabile. Fratelli d’Italia non è pronta a cedere: né sull’ospedale di Sansepolcro né su quello di Bibbiena”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
11,205FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati