Accise. Malan (FdI): basta bugie sul costo dei carburanti

“Tutte le opposizioni, Pd, M5S, Terzo Polo, si dicono molto preoccupate per l’aumento dei prezzi della benzina. Il governo la considera una questione importante, tanto è vero che ha appena emanato un decreto legge per limitare e contrastare il fenomeno. Analizzando però i dati scopriamo però che a marzo e a luglio 2022 c’è stato un prezzo ben superiore ai livelli attuali, ma chissà perchè all’epoca non se ne parlava quanto se ne parla oggi. Inoltre, dando uno sguardo al passato, già nel 2012 e nel 2014 si erano toccati livelli molto alti e – tenuto conto dell’inflazione – in tutti gli anni dal 2011 al 2022 i prezzi hanno superato quelli attuali, tranne che nel 2016. Cioè durante i governi Monti, Renzi, Gentiloni, Conte e infine Draghi la benzina è costata più di oggi. Insomma, i partiti che ora si mostrano disperati per i prezzi dei carburanti, erano assai tranquilli quando con i governi da loro sostenuti erano più alti. Non c’era alcuna emergenza e anche i mezzi di informazione erano assai meno attenti negli anni passati. È tempo di dire le cose come stanno”.

Lo dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia al Senato, Lucio Malan, in un diffuso sui social in cui spiega l’andamento dei costi dei carburanti negli anni in Italia.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Discussioni

12,099FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati