Aggressione carcere Uta, Deidda (FdI): Governo dia risposte concrete a grave situazione Istituti penitenziari come denunciato da FdI; Presentata interrogazione parlamentare

“La violenta aggressione ai danni di una infermiera, che ha riportato la rottura di un dente e una profonda tumefazione, e di un agente della polizia penitenziaria nel carcere di Uta, è l’ennesima dimostrazione della grave situazione che si vive all’interno degli Istituti sardi e italiani e che il Governo, anche con il Ministro Cartabia, non sta affrontando con la dovuta celerità, attenzione e sensibilità”, denuncia Salvatore Deidda, deputato di Fratelli d’Italia;

“Tanti bei discorsi sulla funzione educativa del carcere ma cosa si sta facendo per tutelare gli operatori della nostra Polizia penitenziaria? Più volte, abbiamo detto che i concorsi non erano sufficienti, segnalato l’assenza dei direttori – costretti, quelli presenti, a coprire le assenze e governare realtà diverse tra loro con relativi problemi -, segnalato l’abbandono del carcere di Iglesias, l’assenza di strumenti di prevenzione e difesa per il personale, il caso della sorveglianza dinamica da cancellare definitivamente e la necessità di far scontare ai detenuti stranieri la pena nel paese d’origine così da risolvere il problema del sovraffollamento. Tante passerelle ma nulla è stato fatto di concreto. Chiediamo al Ministro e al Governo, con una interrogazione, di condannare l’ennesima aggressione e dare risposte concrete sui problemi che denunciamo da anni”, conclude Deidda.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,959FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati