Agricoltura. De Bertoldi (FdI): ministro Centinaio chiarisca programma “Frutta nelle scuole”. Privilegiati prodotti extracomunitari a made in Italy

“Il ministro Centinaio faccia chiarezza sul programma ‘frutta e verdure nelle scuole, a km 0’ che non rispetterebbe l’intenzione iniziale della vicinanza al luogo di produzione, preferendo prodotti di altre regioni o addirittura di altri Paesi comunitari”. A chiederlo in un’interrogazione al ministro della Politiche agricole il senatore di Fratelli d’Italia, Andrea de Bertoldi, segretario della Commissione Finanze e Tesoro.
In particolare, il parlamentare di FdI, cita il caso “delle ciliegie e delle fragole distribuiti negli istituti scolastici della regione del Trentino Alto Adige, che provengono in realtà da altre regioni quali l’Emilia Romagna, contravvenendo l’intenzione iniziale degli alimenti ‘a km zero’ o ‘a filiera corta’”. Sarebbe, infatti, “paradossale che il ministero, da un lato, dichiari di voler promuovere prodotti agricoli e alimentari a chilometro zero per favorire e sostenere i territori locali e, dall’altro, di prevedere procedure di gara per i prodotti ortofrutticoli basato sul criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. E’ indispensabile un chiarimento da parte del ministro, anche in sede comunitaria, affinché sia possibile tutelare le nostre eccellenze agroalimentari”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
9,490FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati