Agricoltura. De Carlo (FdI): Tea e crediti di carbonio agroforestali sono il futuro dell’agricoltura

“È necessario investire in queste tecniche perché non fanno altro che accelerare ciò che avverrebbe in natura, selezionando quelle piante che meglio si adattano al cambiamento climatico e apportando, inoltre, benefici alla sostenibilità dell'ambiente. Si utilizzeranno, infatti, meno acqua e meno fitofarmaci, in un momento in cui l'Europa chiede di ridurne l'utilizzo e la siccità è una vera emergenza. Ed è fondamentale chiarire che non si tratta di Ogm, anche se la disciplina europea, ancora non rivede la norma, e nonostante le Tea siano nate nel 2012, quindi anni dopo quella legge”. Lo dichiara il senatore di Fratelli d'Italia Luca De Carlo, Presidente della Commissione Agricoltura in a margine della conferenza stampa ‘Tea e crediti di carbonio agroforestali, due esempi di agricoltura sostenibile' svoltasi oggi in Senato e a cui ha partecipato il Ministro dell'Agricoltura Francesco Lollobrigida. “Mentre l'istituzione del Registro pubblico dei crediti di carbonio del settore agroforestale nazionale consentirà di calcolare in modo scientifico e ufficiale l'ammontare dei singoli crediti detenuti da ciascun titolare di attività forestale o agricola, tali da potere essere monetizzati e garantire ai territori più svantaggiati nuove risorse che consentano l'erogazione dei servizi pubblici in aree altrimenti destinate allo spopolamento. Insomma, due esempi concreti di agricoltura sostenibile che è nostro dovere sperimentare”, conclude De Carlo.

0 0 votes
Vota l'articolo
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
13,699FollowersFollow

Leggi anche

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x