Agricoltura. La Pietra (FdI): Piano strategico nazionale carente. Su peste suina intervenire subito con azioni forti

“Questo piano strategico nazionale dell’Agricoltura manca di obiettivi e linee da seguire ben precise. Ancora una volta infatti, ci troviamo di fronte ad un insieme di compromessi per accontentare tutti”. Così il senatore di Fratelli d’Italia Patrizio La Pietra, capogruppo in commissione Agricoltura intervenendo durante l’audizione del ministro Patuanelli davanti alle Commissioni riunite di Camera e Senato per gli aggiornamenti sul Piano strategico nazionale alla luce dei rilievi della Commissione europea.
“Continuo a ritenere prioritario invece, come proposto più di una volta, il coinvolgimento delle commissioni nel di stesura del documento, potendo esse offrire degli spunti importanti, continua il senatore di FdI. Entrando nello specifico dei contenuti del piano strategico invece, mi trovo a segnalare una serie di carenze. Innanzitutto manca un’azione forte a tutela del Made in Italy, e considerando quanto pesa il fenomeno dell’Italian sounding sull’economia nazionale è abbastanza grave. E ancora, azioni risolutive per i problemi del comparto pesca, fortemente in crisi e per il florovivaismo, settore che ancora attende lo sblocco di un disegno di legge dedicato. Non possiamo pensare di avviare la transizione ecologica senza l’attenzione su questi temi. Infine, riguardo l’emergenza della pesta suina rinnovo l’invito ad intervenire subito con azioni forti che, come sollecita anche l’Europa, riguardano in primis l’abbattimento dei cinghiali per impedire la trasmissione del virus”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,377FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati