Fratelli d’Italia ha partecipato stamane a Fiumicino al sit in di protesa dei sindacati contro l’annunciato piano di riorganizzazione di Alitalia del governo che prevede tagli al personale. Hanno partecipato il sen. Giovanbattista Fazzolari, il deputato Marco Silvestroni, il consigliere comunale dio Fiumicino Stefano Conti e il vice responsabile nazionale del dipartimento trasporti di FdI Ugo Cassone.

“La nostra proposta – sottolinea Cassone – è quella di una nuova visione complessiva del trasporto aereo all’interno della quale sia contemplato un serio e concreto piano industriale per il rilancio di Alitalia senza che vi siano ingiustificati esuberi del personale. I governi gialloverde prima e giallorosso poi hanno perso un anno e mezzo di tempo andando avanti con proroghe e nel varato disegno di legge governativo, che ha portato alla nomina di un commissario unico per Alitalia, non vi è traccia di un vero piano industriale mentre si fa riferimento ad una fantomatica riorganizzazione della compagnia di bandiera solo per giustificare inaccettabili tagli al personale”.

“Fratelli d’Italia – osserva Silvestroni – reputa Alitalia una azienda strategica della Nazione, l’Italia non può rinunciare ad una compagnia di bandiera protagonista del trasporto aereo. Pretendiamo dal governo un piano di rilancio serio che guardi al futuro”.

Secondo Fazzolari “la crisi di Alitalia è figlia di una assenza di visione complessiva del trasporto in Italia e della mancanza di un efficiente piano nazionale degli aeroporti. Parlare di Alitalia senza inserirla all’interno del sistema dei trasporti rischia di tramutarsi nell’ennesima perdita di tempo e di risorse pubbliche. Per questo chiediamo l’immediata istituzione di un tavolo nel quale definire il modello di trasporto che vuole l’Italia e quale ruolo debba avere Alitalia in questo contesto”.