All’ Deledda in una classe si parla di DDL Zan senza controparte

Fratelli d’Italia e Gioventù Nazionale: Basta indottrinamento nelle scuole

Il 17 maggio scorso, in occasione della Giornata internazionale contro l’, la bifobia e la transfobia, in una classe quarta dell’ Professionale “Grazia Deledda” di , si è tenuto un a favore del DDL Zan con relatori un esponente dell’associazione Orgoglio Bisessuale ed uno di Arcigay .

“In Italia, è la famiglia ad avere il compito di essere la prima responsabile dell’ sessuale dei propri e, dal momento che non è chiaro se i genitori degli studenti fossero al corrente dell’ svoltasi al Deledda e chi ha organizzato questo , ho ritenuto opportuno presentare un’interrogazione in Regione sul caso” sostiene Michele Barcaiuolo, consigliere regionale di Fratelli d’Italia. “A preoccuparci è che passi l’idea che in Italia, lo Stato garantisca diversi in base alla sessualità, come teorizzato da uno degli esponenti delle associazioni presenti all’. Mi chiedo quali siano questi non riconosciuti. La sanità? L’? La di pensiero?”.

“Tenere un in una classe con esponenti di associazioni chiaramente schierate su un tema d’attualità come il DDL Zan senza una controparte con cui sarebbe stato opportuno dialogare per dare un ventaglio più ampio di opinioni agli studenti, è non solo sbagliato ma anche antidemocratico” aggiunge Lorenzo Rizzo, Presidente Provinciale di , movimento giovanile di Fratelli d’Italia. “L’indottrinamento nelle scuole deve essere scoraggiato prediligendo dibattiti ed incontri che lascino agli studenti la possibilità di poter formulare un proprio pensiero”.

Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
6,233FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x