Alta Velocità. Fratelli d’Italia: “Sconcerto per la denuncia della Commissione. Giani chieda certezze sulla fattibilità dell’opera”

A breve interrogazione in Consiglio regionale per sapere se la Regione fosse a conoscenza dello stato dello scavalco ferroviario di Rifredi e se sono state valutate alternative ad un progetto vecchio di oltre 20 anni.

“Non si può realizzare una grande opera a caso, così come è stato fatto con il nodo dell’Alta Velocità a Firenze. La Tav fiorentina è un vero e proprio scandalo che grida vendetta: milioni di soldi pubblici buttati via, un cratere che campeggia in mezzo alla città da oltre un decennio, per non dimenticare i disagi quotidiani subiti dai pendolari costretti a coabitare con i treni Av.
Siamo sinceramente preoccupati da quanto denunciato dalla commissione di collaudo voluta da Rfi per valutare il cosiddetto ‘scavalco ferroviario’ di Rifredi. Questo lotto del maxi cantiere dell’Alta Velocità non ha mai ricevuto il collaudo tecnico amministrativo perché, a detta del Presidente della Commissione, presenta importanti infiltrazioni d’acqua: la galleria sarebbe un vero e proprio ‘colabrodo’.
In questo contesto, risulta davvero irresponsabile la presa di posizione del governatore Giani che si è ‘accontentato’ di quanto offerto da Rfi e della promessa della ripresa dei lavori. Se l’opera parte già azzoppata che senso ha proseguire in quel modo?
Il governatore deve chiedere maggiori garanzie sulla fattibilità dell’Alta Velocità fiorentina.
A breve presenteremo una interrogazione in Consiglio regionale per sapere se la Regione fosse a conoscenza delle criticità dello scavalco ferroviario, e se abbia mai valutato un’alternativa al progetto di Rfi visto che presenta numerose mancanze – ricordiamo che il progetto della società ferroviaria non contempla la realizzazione del people mover che dovrebbe collegare la stazione Foster a Santa Maria Novella -.
Alla luce di tutto questo, non comprendiamo l’incredibile fiducia che il governatore Giani ripone in Ferrovie dello Stato e Rfi. Come fa ad essere soddisfatto di un’opera a metà – cioè senza people mover – fatta male e in ritardo di anni sulla tabella di marcia?” lo dichiarano il capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale Francesco Torselli, il consigliere regionale e vice-presidente della Commissione Trasporti Alessandro Capecchi e il consigliere comunale fiorentino di Jacopo Cellai.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
9,550FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati