Amazon, Rampelli (VPC-FdI): a che titolo il ministro Colao visita un elusore del fisco italiano?

“Il ministro Colao, in visita allo stabilimento di Amazon di Novara, ha fatto i conti con la pesante elusione fiscale che il gigante dell’ecommerce attua pagando al fisco italiano una parte infinitesimale dei profitti che fa grazie al mercato italiano? Il ministro Colao è consapevole del fatto che l’innovazione tecnologica, che lui dovrebbe promuovere, non può essere uno strumento per calpestare i diritti dei lavoratori, come invece fa Amazon né creare desertificazione del commercio di prossimità? Il ministro Colao ha informato i ministri del e della Salute di questa visita che hanno inviato ispettori, rilevato irregolarità e convocato i vertici di Amazon? Il fatto che la ‘creatura’ di Bezos dia a 14mila persone l’ha indotto a chiedere quanti posti di sono stati invece persi e quale sia il saldo? In ogni caso i posti di lavoro prodotti non possono dare una posizione di vantaggio rispetto ad altre aziende italiane che pagano 5 volte le tasse di Amazon allo Stato, danno anch’esse lavoro e, al contrario di Amazon, rispettano i diritti dei lavoratori con contratti nazionali e modalità prestazionali umane. Al riguardo è vergognoso che giusto poco fa la maggioranza ha bocciato in commissione l’emendamento a prima firma Meloni  sulla webtax da applicare agli extraprofitti dei colossi del web come Amazon. Sarebbe stato imbarazzante per Colao visitare lo stabilimento e fare la foto di circostanza”. È quanto dichiara il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,494FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati