Antisemitismo, Donazzan (FdI): “Problema più attuale che mai. Alimentiamo ogni giorno l’amicizia profonda che ci lega al popolo ebraico”

“È sconvolgente che ogni giorno in Israele ci siano atti di terrorismo, tutti con la stessa matrice islamista, e nessuna istituzione affronti il tema e condanni i fatti con fermezza”.Lo ha dichiarato Elena Donazzan, assessore regionale del Veneto di Fratelli d’Italia, in occasione del convegno promosso oggi a Milano da Nuova Udai, l’Unione democratica degli amici di Israele.

“Lo Stato ebraico è sotto attacco, nel silenzio colpevole degli organismi internazionali che costruiscono commissioni ad arte per poter condannare Israele per violazione dei diritti umani ma c’è una ipocrisia di fondo – ha proseguito Donazzan – che appartiene alle anime belle che pensano di avere il diritto supremo al giudizio su cosa è buono e cosa non lo è e che si indignano se si chiama il nemico con il proprio nome, ossia antisemitismo del fondamentalismo islamico”.

L’iniziativa ha avuto l’obiettivo di sensibilizzare le Regioni italiane affinché accresca la consapevolezza collettiva del pericolo che continua a vivere Israele, oggetto di azioni di terrorismo quotidiano, come i recentissimi attentati che hanno visto l’uccisione di 11 persone.Sono intervenuti, fra gli altri, gli ambasciatori Giulio Terzi di Sant’Agata e Luigi Maccotta, quest’ultimo capo delegazione d’Italia presso l’Alleanza internazionale per la Memoria dell’Olocausto, e in collegamento da Gersualemme la giornalista ed ex parlamentare Fiamma Nirenstein.

“Il problema dell’antisemitismo è attuale più che mai – ha incalzato l’esponente di Fratelli d’Italia – e il disegno di cancellazione dello Stato ebraico da parte del fondamentalismo islamista è drammaticamente dinanzi a noi, nel silenzio assordante dell’Occidente”. “Il nostro compito è di guardare al presente e al futuro e parlare del bene che Israele fa – ha chiosato Donazzan – come ad esempio l’allestimento dell’ospedale da campo nella città di Mostyska, in Ucraina, con 65 medici che hanno già curato oltre mille persone colpite dalla guerra. Dobbiamo alimentare ogni giorno l’amicizia profonda che ci lega al popolo ebraico, perché ciò che ha costruito Israele nel tempo può solo fare bene all’Italia”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,357FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati