Appalti Sanità. Torselli (FdI): “La direttrice di Estar accusa noi di mentire, ma evidentemente legge le sentenze a metà!”

"Nella sentenza del TAR della Lombardia c'è scritto chiaramente che le operazioni di self-cleaning non possono essere retroattive, motivo per il quale il bando di gara per la manutenzione delle apparecchiature biomediche nell'azienda USL Sud-Est deve essere annullato e rifatto"

“Restiamo basiti nel leggere le dichiarazioni rilasciate alla stampa dalla Dottoressa Piovi, direttrice di Estar, che punta il dito contro Fratelli d’Italia accusandoci di dire cose difformi dalla realtà relativamente al bando per la manutenzione delle apparecchiature biomediche dell’azienda USL Toscana Sud-Est.

Qualche giorno fa avevamo fatto notare come quel bando fosse stato assegnato nel 2019 ad un Raggruppamento Temporaneo di Imprese del quale faceva parte la “Tecnologie Sanitarie Spa”, una società guidata da Francesco Zanzi, imprenditore condannato a 7 anni e 2 mesi in primo grado dal Gup di Palermo nell’orbita delle inchieste su appalti e pubblica denominate “Sorella Sanità”. A seguito del procedimento giudiziario avviato nei confronti dello Zanzi, la società ha avviato un’operazione di self-cleaning che ha portato al cambio di ragione sociale ed all’estromissione di Francesco Zanzi da qualsivoglia incarico operativo e direttivo.

Evidentemente, per la Dottoressa Piovi e per Estar, queste operazioni sono state giudicate sufficienti per proseguire nel rapporto con la società – nel frattempo denominata Polygon Spa – mentre per noi il rapporto continua ad essere decisamente inopportuno! Perchè? Per due motivi: il primo è che Francesco Zanzi continua a possedere il 33,55% – non il 50% come erroneamente riportato in una nostra precedente dichiarazione – delle quote azionarie della società Fab Srl, soggetto che, a sua volta, possiede oltre il 50% delle quote della Polygon; secondo motivo è che – come ben specifica il TAR della Lombardia – le operazioni di self-cleaning hanno effetto dal momento in cui vengono effettuate in avanti e non sono retroattive. Dunque, la “Tecnologie Sanitarie Spa” effettua la sua operazione di self-cleaning nel 2020, ma il bando di cui stiamo parlando è stato assegnato nel 2019.

Lungi da noi il voler mettere in dubbio la professionalità e la competenza della Polygon Spa – che opera con validissimi risultati in numerose regioni italiane – eppure ci chiediamo per quale motivo la Dottoressa Piovi si ostini a negare l’evidenza, dichiarando alla stampa che ad Estar “non risulta che Francesco Zanzi, a differenza di quanto sostenuto da FDI, sia legato a Polygon Spa e a Fab Srl”. Francesco Zanzi possiede il 33,55% delle quote azionarie di Fab Srl e questo lo dicono le visure camerali fornite dalla stessa società!

Fa specie inoltre che, rispondendo ad una nostra interrogazione, l’Assessore Bezzini legga in aula alcune note fornite proprio da Estar nelle quali si fa continuamente riferimento al pronunciamento del TAR della Regione Lombardia. Ebbene, se la Dottoressa Piovi e l’Assessore Bezzini avessero la pazienza di leggere per intero il pronunciamento del TAR e non soltanto le parti di loro maggior interesse, scoprirebbero che il passaggio sul self-cleaning operato da “Tecnologie Sanitarie Spa” non può avere valenza retroattiva.

Ecco perché, anzichè continuare a negare l’evidenza e ad accusare di dire il falso, la Dottoressa Piovi farebbe bene a rivedere le proprie posizioni e ripetere questa gara. Sbagliare è umano, ma perseverare…” lo dichiara Francesco Torselli, capogruppo di Fratelli d’Italia nel Consiglio regionale toscano.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,495FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati