Area ex Sin Ferroleghe, FdI: “Abbiamo portato la questione in Parlamento. Vogliamo tempi certi per la bonifica dell’area”

Fantozzi: “Il deputato Giovanni Donzelli ha presentato un’interrogazione ai Ministeri della Transizione ecologica e della Salute. Nell’area persiste un grave inquinamento da cromo esavalente”

“Persiste un grave inquinamento da cromo esavalente nell’Area Sin ex Ferroleghe di Carrara, chiediamo tempi certi per la bonifica della zona. Dopo aver sollecitato a più riprese la Regione Toscana, abbiamo portato la questione in Parlamento! Il deputato Giovanni Donzelli ha presentato un’interrogazione ai Ministeri della Transizione ecologica e della Salute” annuncia il Consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Vittorio Fantozzi, che ha ricevuto quotidiane informazioni dal coordinatore provinciale di FdI, Marco Guidi, al Coordinatore comunale di Carrara, Lorenzo Baruzzo, ed capogruppo in Comune a Massa, Alessandro Amorese.

“Vogliamo sapere se il Governo è a conoscenza della questione, quali iniziative intenda intraprendere e in quali tempi per provvedere ad attuare gli interventi di bonifica e di ripristino ambientale. Come, inoltre, intende tutelare la salute pubblica in un’area in cui la mortalità risulta molto alta per i tumori del sistema linfo-ematopoietico e per i linfomi non Hodgkin, le leucemie colpiscono molti giovani tra i 20 e i 29 anni e sono oltre la media i dati dei bambini nati con malformazioni congenite” si legge nell’interrogazione di presentata ai Ministeri competenti.

“La zona industriale di Massa Carrara è stata sede di industrie chimiche che, nel corso di almeno 50 anni, hanno rilasciato nell’ambiente una molteplicità di sostanze inquinanti ad azione cancerogena, mutagena, teratogena. Nell’Area Sin ex Ferroleghe di Carrara, dove è grave l’inquinamento da cromo esavalente, come riportato nell’ultimo rapporto del Ministero della transizione ecologica, la situazione resta ferma, in quanto l’azione di bonifica nel sito ha riguardato solo il 18% dei terreni (9 ettari su un totale di 116) ed il 3% della falda” fanno notare gli esponenti del partito di Giorgia Meloni.

“Nell’ultimo studio per la caratterizzazione della falda del Sin/Sir di Massa-Carrara, il 25 luglio 2021, la Sogesid Spa, ha evidenziato che, nel corso di due campagne idrochimiche, vi siano stati dei superamenti per 35 sostanze contaminanti appartenenti a 11 famiglie chimiche. Lo stabilimento Ferroleghe di Carrara produceva ferrocromo e nell’area sono presenti due bacini di lagunaggio con fanghi contenenti cromo e cromo esavalente altamente cancerogeni. I bacini si estendono per una superficie di 7.200 metri quadrati, per oltre 14.000 metri cubi di sedimento. C’è poi un cumulo di depositi costituito da scarti di lavorazione con blocchi di marmo e granito, fanghi di marmettola, per una superficie di 12.000 metri quadrati per un’altezza di 18 metri -è scritto nell’interrogazione di Fdi- Nell’abitato del Murlungo, inoltre, situato a valle dell’area ex Ferroleghe, vi sarebbe una contaminazione della falda da cromo esavalente a partire dal 1990, come dimostrarono all’epoca gli accertamenti delle autorità sanitarie”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
7,397FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati