mercoledì, Settembre 23, 2020

Arriva la fattura elettronica, un altro fardello per artigiani e imprenditori

Il decreto fiscale emanato dal Governo Lega-Cinquestelle prevede che dal 1 Gennaio 2019 tutti i titolari di partita IVA saranno obbligati ed emettere la fattura in formato elettronico, comunicando tempestivamente per via telematica all’Agenzia delle Entrate la certificazione della prestazione erogata. Occorre quindi dotarsi di computer, connessione a internet e fare un bell’abbonamento con le varie società che offrono soluzioni ad hoc sulle loro piattaforme informatiche, per essere in regola con la legge. La misura riguarda tutti i titolari di partita Iva, dal calzolaio all’avvocato, passando per il falegname, il muratore e l’elettricista.
Tralasciando il fatto che non tutti posseggono la strumentazione indispensabile per essere in regola (sono migliaia gli artigiani e i commercianti che non lavorano con il computer) e non tutti la sanno utilizzare, è da notare come questo provvedimento non faccia nient’altro che aumentare a dismisura gli adempimenti burocratici, complicando ancor di più l’esistenza alla parte produttiva della Nazione. Già, perché la storiella dell’evasione fiscale va bene forse per quei pecoroni che ignorano totalmente come funziona un’impresa: chi vuole evadere continuerà a farlo lo stesso, semplicemente non emettendo fattura. Chi invece ha sempre mantenuto una condotta corretta, dovrà farsi carico di quest’ulteriore aggravio burocratico che porta via tempo e denaro. Di certo il fisco sarà contento del provvedimento, anche solo per il fatto che a svolgere quel lavoro di controllo che da statuto gli appartiene, sarà il popolo delle partite IVA.
“The song remains the same”, cantavano i Led Zeppelin: cambiano i Governi ma a fare le spese di ogni manovra finanziaria è sempre la parte produttiva, già messa in ginocchio da tasse e burocrazia, vessata da uno Stato sanguisuga che dimostra di avere una begalina ossessione per i lavoratori autonomi.
Bene ha fatto Giorgia a mettersi di traverso chiedendo che la fattura elettronica venga resa obbligatoria solo per importi superiori ai 10.000€ e che venga posticipato il termine al 2022 per le piccole imprese, in un Parlamento schierato a favore di questo ennesimo balzello la posizione assunta da Fratelli d’Italia risulta essere l’unica realmente a favore del popolo delle partite IVA.
Speriamo che , che in passato si è sempre dichiarato a favore degli imprenditori, si ravveda e prenda le distanze dalla vocazione pseudocomunista dei grillini, Di una cosa siamo certi: se la fatturazione elettronica dovesse mai venire approvata dal Parlamento, da Gennaio ci sarà la rivolta degli artigiani e dei piccoli commercianti, stremati dalla vessazione e dall’occhio onnipresente del Grande Fratello fiscale.

Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

17,823FansLike
3,700FollowersFollow

Leggi anche

La Generazione Atreju vince e convince. FDI terzo partito della Nazione.

Come recita una cattiva abitudine ormai dilagante, il giorno dopo ogni elezione che si rispetti il dato sembra essere: «Tutti vincitori». È successo, ovviamente,...

Tra i più letti

Conte annuncia abolizione del contante. “Sarà gentile e dolce”.

Per quanto riguarda il Cashless "vogliamo un'Italia piu' digitale, crediamo sia la strada per renderla piu' equa e inclusiva. Il contrasto all'economia sommersa, per rendere il...

Il filo ideologico che lega Bibbiano alla mamma multata a Reggio Emilia. Le dichiarazioni della Fangareggi.

Succede a Reggio Emilia, una mamma che è stata allontanata dal figliolo perché ritenuta inadeguata dai servizi sociali. Una di quelle tante storie di...

Migranti illegali costruiscono moschea abusiva nella sua proprietà. Residente greco di Lesbo denuncia alle autorità.

Una residente greca dell'isola di Lesbo ha presentato una denuncia dopo aver scoperto che i migranti illegali avevano costruito una moschea di fortuna sulla...

Articoli correlati

La Generazione Atreju vince e convince. FDI terzo partito della Nazione.

Come recita una cattiva abitudine ormai dilagante, il giorno dopo ogni elezione che si rispetti il dato sembra essere: «Tutti vincitori». È successo, ovviamente,...

Il successo di Giorgia Meloni arriva Oltremanica: The Guardian dedica un articolo alla vittoria di Fratelli D’Italia nelle Marche

Inizia così l'articolo che il "The Guardian" dedica al successo di Fratelli d'Italia nelle Marche, e sebbene manchino ancora i voti di pochissime sezioni, la...

The Guardian: Giorgia Meloni sempre più popolare, vince nelle Marche.

Un candidato di Fratelli d'Italia ha concluso 25 anni di governo di sinistra nelle Marche, dando al partito la seconda presidenza regionale. I Fratelli d'Italia,...

Regionali: Meloni, da Nord a Sud FdI unico partito che cresce

"Trionfo Marche! Grazie a Francesco Acquaroli e a Fratelli d'Italia un'altra roccaforte della sinistra sara' amministrata dal centrodestra. Da nord a sud Fratelli d'Italia...
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x