Attacchi lupi, Fratelli d’Italia: “Gli allevatori sono ostaggio dei lupi e abbandonati dalle istituzioni”

Intervento dei Consiglieri regionali Vittorio Fantozzi e Gabriele Veneri, del vice Sindaco e Assessore alla predazione del Comune di Magliano in Toscana Mirella Pastorelli, e del Consigliere comunale di minoranza di Civitella Paganico Franco Rossi

Gli allevatori maremmani, e toscani, sono ostaggio dei predatori e assistono ormai inermi di fronte ai continui attacchi dei predatori che fanno razzie quotidiane delle greggi. Un danno economico incalcolabile a fronte di rimborsi minimi e farraginosi” denunciano il Consigliere regionale di Fratelli d’Italia Vittorio Fantozzi, vicepresidente della Commissione Sviluppo economico, il collega Gabriele Veneri e i rappresentanti territoriali del partito Mirella Pastorelli, vice Sindaco e Assessore alla predazione del Comune di Magliano in Toscana nonché Presidente del Comitato Pastori d’Italia, ed il Consigliere comunale di minoranza di Civitella Paganico Franco Rossi.
“La Maremma è terra di allevatori. Di gente semplice che, attraverso le carne e il latte prodotti da capre, pecore e altri animali, mantiene famiglie numerose. Ma c’è un incubo ricorrente per queste persone: il lupo. Le incursioni dei canidi danno sovente luogo a stragi di pecore e provocano stress negli animali. Succede, ad esempio, che le capre abortiscano o riducano la produzione del latte. Già questo sarebbe un problema enorme, ma non è il solo -fanno notare gli esponenti di Fratelli d’Italia, sollecitati dagli allevatori maremmani– Sono previsti rimborsi per ogni capo ucciso, ma deve essere dimostrato che sono stati i lupi a farlo, e ciò allunga i tempi dell’erogazione del denaro. E nel frattempo l’allevatore deve farsi carico delle spese, ingenti, dello smaltimento delle carcasse. Una situazione del genere rischia di compromettere l’esistenza stessa del concetto di allevamento”.
“Bisogna mettere in campo -fanno notare gli esponenti del partito di – strumenti adeguati per allontanare i lupi dagli allevamenti, o per scoraggiarne l’avvicinamento. Ma, soprattutto, si deve fare in modo che, a fronte di una crisi economica così complicata, tutte le istituzioni agiscano con buon senso verso chi “sopravvive” grazie all’allevamento”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,370FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati