Agoghè, il campo nazionale degli identitari, lanciato da Azione Studentesca e aperto a tutte le realtà militanti
Agoghè, il campo nazionale degli identitari, lanciato da Azione Studentesca e aperto a tutte le realtà militanti "non conformi". 
È arrivata la terza edizione di Agoghè, il campo nazionale degli identitari, lanciato da Azione Studentesca e aperto a tutte le realtà militanti “non conformi”.
Nel meraviglioso contesto naturale dei boschi casentinesi – tra Cultura, Formazione, Sport e Musica – centinaia di attivisti condivideranno la magia della Comunità, tracciando le linee di vetta per il nuovo anno politico. Un evento che – come da tradizione – si prospetta ricco di spunti: conferenze e dibattiti con ospiti di livello nazionale, commissioni tematiche ed operative per la Formazione dei quadri, attività sportive e ricreative, concerti con i migliori gruppi della “musica alternativa”.
Il tema di questa terza edizione – in linea con la weltanschauung che ci appartiene – è dedicato all’uomo che verrà, con la precisa volontà di compiere una metamorfosi spirituale, nel solco della nostra identità di popolo e di Nazione. Perché non possiamo più permetterci di sopravvivere: abbiamo il dovere di lanciare una sfida generazionale che ci consenta di cavalcare la tigre della società liquida e dello sradicamento globale, di resistere all’omologazione galoppante e alla deriva materialista, di svincolarci dal dominio del profitto e dell’effimero .
Costruire, partendo dalle scuole, un’alternativa antropologica, culturale e politica al grigio orizzonte del gregge consumista: riaffermando la sovranità dell’azione, contemplando più alti orizzonti, edificando avamposti fisici e incarnando la ribellione ostinata e contraria. Per risorgere e tornare a combattere, nel dolce trambusto della buona battaglia: essere la prima linea del riscatto, oltre il vuoto della rassegnazione.