Azione Universitaria e Fratelli d’Italia intervengono sull’aggressione al portiere della biblioteca dell’Università di Piazza Brunelleschi: “Unifi trasformata in un Farwest”

Dopo l’aggressione avvenuta negli scorsi giorni ai danni del portiere della Biblioteca Brunelleschi, per mano di due studenti universitari, uno dei quali sprovvisto del tesserino, si infiamma il dibattito in Università.

Sul punto, sono intervenuti Azione Universitaria, lista storica della Destra in Università e Alessandro Draghi, Consigliere a Palazzo Vecchio.

“L’Università purtroppo – afferma Oleg Bartolini, dirigente di Azione Universitaria Firenze – sta diventando sempre più teatro di episodi di illegalità. L’aggressione al portiere della biblioteca di piazza Brunelleschi, al quale esprimiamo sentitamente la nostra piena solidarietà, che appare essere stato posto in essere da parte di due studenti dell’Università, è di assoluta gravità. Ancora una volta, ci troviamo a denunciare il dilagare di episodi di illegalità e violenza in un luogo quale è l’Università”.

“L’attuale situazione in Brunelleschi – continua Draghi – è molto critica e rischia essere la fonte di insicurezza e numerosi problemi per tutti. Trovo, a dir poco, assurdo che l’Università si sia trasformata in un farwest”

“Auspichiamo che l’Ateneo prenda senza indugio adeguati provvedimenti nei confronti dei due studenti che avrebbero aggredito il custode della biblioteca. Come rappresentanti degli studenti – conclude Bartolini di Azione Universitaria Firenze – contrasteremo sempre le numerose occupazioni e festini abusivi nei locali universitari nonché questi atti di violenza gratuita e difenderemo sempre la legalità e il rispetto delle regole democratiche all’interno dell’Ateneo”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
11,297FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati