Barcaiuolo (FdI): siano presi immediati provvedimenti per tutelare il settore ceramico e i lavoratori impiegati

La carenza di materie prime e il caro gas rischiano di provocare lo stop delle industrie ceramiche dell'Emilia-Romagna. Alcune aziende del distretto di ceramico modenese hanno già iniziato a rallentare e a sospendere parte della produzione, spegnendo progressivamente i forni in cui avviene la cottura delle piastrelle. È sul terreno del rifornimento di argille che si rischia di assistere a un collasso delle industrie ceramiche, stritolate fra i prezzi esorbitanti del gas e la carenza di materie prime, sempre più pressante anche per via della .

“Un allarme concreto, visto che in alcune aziende si è già iniziato a spegnere i forni. Gran parte dell'argilla che viene impiegata nella nostra industria arriva infatti dall'Ucraina e il perpetrare del conflitto, con le annesse sanzioni, rischia di mettere in ginocchio uno dei comparti principali, per produzione e impiego di personale, della provincia modenese” commenta il coordinatore e consigliere regionale di Fratelli d'Italia, Michele Barcaiuolo.

“L'ipotesi di una fermata totale a Pasqua potrebbe avere ricadute pesantissime sulla produzione e sull'occupazione; cassa integrazione per i lavoratori delle imprese che saranno costretti allo stop, in un comparto che conta 19.600 dipendenti, che diventano 40 mila se si calcola l'indotto” continua Barcaiuolo.

“Il settore della ceramica è molto sofferente anche in Spagna, forse più che in Italia, è quindi necessaria una critica riflessione verso la energetica europea: la transizione energetica è stata congegnata male ed è diventata preda di speculazioni forsennate. Assoceramica ha sperimentato forni elettrici e a Idrogeno ma l'energia elettrica è diventata troppo cara” incalza l'esponente di esprimendo una forte preoccupazione e chiedendo a Governo e Regione che vengano presi provvedimenti immediati per garantire la produzione ceramica a pieno regime e la tutela dei posti di .

1 commento

0 0 votes
Vota l'articolo
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Commento
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
13,699FollowersFollow

Leggi anche

Articoli correlati

1
0
Would love your thoughts, please comment.x