Berlato (FdI-ECR): L’Europa dà ragione all’onorevole Berlato

“La Commissione europea risponde alla nostra interrogazione depositata il 28 luglio 2021, con la quale chiedevamo che la stessa Commissione si pronunciasse sull’uso improprio e discriminatorio che l’Italia sta facendo del Green Pass”. La Commissione europea rispondendo all’interrogazione presentata dall’onorevole Sergio Berlato gli dà ragione.

“La Commissione sottolinea come il certificato COVID digitale dell’UE miri ad agevolare il diritto alla libera circolazione all’interno della stessa. Per garantire questo diritto a tutti, soprattutto alle persone non vaccinate, il regolamento UE 953/2021 istituisce un quadro a livello europeo per il rilascio, la verifica e l’accettazione di certificati relativi non solo alla vaccinazione, ma anche ai test e alla guarigione dal COVID-19. In base a quanto stabilito dalla Commissione europea l’uso nazionale dei certificati COVID-19 per scopi diversi da questo non rientra nell’ambito di applicazione del regolamento UE 953/2021, di conseguenza, il Green Pass italiano non rispetta i dettami della normativa europea e della Risoluzione 2361 (2021) del Consiglio d’Europa. Alla luce di quanto confermato dalla Commissione europea pretendiamo che il Governo italiano cancelli immediatamente questo odioso strumento di ricatto rappresentato dal Green Pass anche in considerazione del fatto che quello italiano è l’unico Governo al mondo a pretendere l’esibizione del Green Pass per chi deve andare a lavorare”.

Lo dichiara Sergio Berlato, europarlamentare di Fratelli d’Italia.

3 Commenti

  1. col green-pass ci stanno identificando gli italiani con un codice a barre come i pacchi dei supermercati .
    FDI deve scendere in piazza ufficialmente e senza buonismi per imporre il ritiro del green -pass.

  2. Giusta la libera vaccinazione, la libertà di scelta si ha solo in Democrazia, ma assolutamente sbagliato l’uso che se ne fa del green-pass in Italia. Sarebbe giusto anche indagare coloro che hanno fatto un business con la pandemia, dalle mascherine all’omissione del piano pandemico. Per quel che riguarda le vaccinazioni mi chiedo perché non hanno o non vogliono coinvolgere i medici di famiglia, che sono i più adatti alle scelte vaccinali? Io sono vaccinato e non sono no vax, ma sono e sarò sempre contro un imposizione vaccinale arbitraria e contro il lasciapassare per andare a lavorare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
7,373FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati