Blitz di Magnitudo Italia sotto l’ambasciata libica: “liberate subito i pescatori”

Oggi alle 18, Magnitudo Italia ha organizzato un sit in sotto l’ambasciata libica a Roma, per protestare contro il sequestro di 18 pescatori che lavoravano su due pescherecci italiani, da parte del generale Haftar e chiederne l’immediata liberazione.

La motivazione dell’arresto sarebbe che i pescherecci si trovavano a 72km dalle coste libiche, ovvero 60km in più rispetto a quelli concessi dalle acque internazionali.

La minaccia avanzata dal generale Haftar consisterebbe in uno scambio dei nostri pescatori per quattro criminali libici arrestati in Sicilia con l’accusa traffico di esseri umani e condannati a trenta anni di carcere dalla corte di appello del tribunale di Catania.

Mentre il governo italiano ed i media sembrano nascondere al popolo l’accaduto, Magnitudo Italia continua a battersi per i propri compatrioti.

Al sit in hanno partecipato i dirigenti di Fratelli d’Italia Federico Rocca e Ugo Cassone

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
7,138FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati