Bolkestein Balneari. Fratelli d’Italia: “900 piccole imprese a rischio. Basta incertezze, governo Draghi è zerbino dell’Europa”

“Siamo preoccupati per il futuro delle quasi 900 imprese del settore balneare presenti in Toscana. Questi piccoli imprenditori brancolano nel buio e non conoscono il loro futuro dopo la sentenza del Consiglio di Stato e la mappatura avviata con il decreto concorrenza. Il Governo Draghi ha dimostrato di essere uno zerbino dell’Europa.

I balneari hanno contribuito alla crescita del nostro Paese sin dal secondo dopoguerra, riuscendo ad attrarre turisti prima dall’Europa e poi da tutto il Mondo. Ora Mario Draghi e la sua maggioranza voltano le spalle a questi imprenditori per rispondere agli ordini europei. Noi non ci stiamo! Fratelli d’Italia è da sempre contraria alle liberalizzazioni imposte dalla Bolkestein.

In Toscana, con i suoi quasi 400 chilometri di costa, viene meno il principio delle ‘risorse naturali limitate’ tanto caro ai burocrati europei. Nella nostra Regione ci sono chilometri di spiagge libere e altrettanti stabilimenti che offrono servizi indispensabili; è incomprensibile la liberalizzazione forzata del settore.

E’ intollerabile che il Governo faccia sprofondare nell’incertezza imprese che sono parte distintiva della cultura e identità del nostro tessuto economico”. Lo dichiarano Francesco Torselli, capogruppo di Fratelli d’Italia nel Consiglio regionale toscano, Fabrizio Rossi, coordinatore regionale FdI, e Alessio Pestelli, responsabile regionale ‘Sviluppo Economico’ nel partito di e presidente Assidea – Associazione di tutela per gli operatori di mercato su area pubblica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
7,636FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati