Bollo auto. Fratelli d’Italia: “Anche il Pd fiorentino smentisce Giani: L’extra-gettito va alle PMI”

“Dopo il caos di ieri in Consiglio regionale sulla destinazione dei 9 Milioni di Euro che arriveranno dall’imposizione del bollo auto anche ai fruitori del noleggio a lungo termine, anche il Consiglio di Quartiere 2 smentisce Giani ed il gruppo regionale del Pd, ribadendo come questo extra-gettito debba essere destinato alle PMI in crisi.
Il Pd regionale, infatti, ha prima fatto approvare all’aula del Consiglio Regionale un Ordine del Giorno che destina i 9 Milioni alle piccole e medie imprese toscane, poi ha presentato un successivo Ordine del Giorno per chiedere che gli stessi denari venissero destinati – come annunciato più volte anche dal governatore Giani – alla sanità. Una mossa che ha generato il caos in aula.
In serata, su proposta di Fratelli d’Italia, il Consiglio di Quartiere 2 ha approvato un atto che prende atto della destinazione dei fondi regionali alle PMI in difficoltà e chiede al sindaco Nardella di intercettare una parte per le piccole e medie imprese fiorentine.
Il voto del Consiglio di Quartiere è la palese dimostrazione che il Partito Democratico fiorentino ha nuovamente sfiduciato il governatore Giani e il gruppo che lo sostiene in Regione.
Sappiamo che il Pd naviga in cattive acque ma non ci saremmo mai aspettati questa totale mancanza di serietà. A maggior ragione, vogliamo sapere per cosa saranno destinati questi oltre 9 milioni di euro. Glielo dobbiamo ai toscani che, ancora una volta, si vedono costretti a pagare per l’incapacità della sinistra” lo dichiarano Francesco Torselli, capogruppo di Fratelli d’Italia nel Consiglio regionale toscano, e Simone Sollazzo, capogruppo nel Quartiere 2 di Firenze.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
11,313FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati