Matteo Petrini, consigliere comunale Fratelli d'Italia - Capannori
Matteo Petrini, consigliere comunale Fratelli d'Italia - Capannori

Capannori (LU) – La diatriba tra Lucca e Capannori circa l’ordinanza antitir (in vigore da 8 anni e difficilmente rispettata) riguardante le restrizioni al traffico pesante sul Viale Europa, rischia di danneggiare solo ed esclusivamente i capannoresi che abitano sulla via, tra le più trafficate dell’intero Comune.

Circa nove mesi fa, ben prima della campagna elettorale, il Sindaco Menesini promise ad un gruppo di residenti l’installazione di telecamere per il controllo della velocità al fine di rendere più vivibile e sicura la zona. La richiesta, peraltro, era l’ennesima di una serie di appelli fatti negli ultimi anni e, evidentemente, mai ascoltati. I residenti mi hanno riferito che, durante l’ultimo incontro, il Sindaco Menesini promise di installare le telecamere entro nove mesi, tempo necessario per attivare i lavori. Al di là che ci sembra un tempo oltremodo lungo, i mesi richiesti da Menesini sembrano essere passati e, sorpresa, ancora nulla è stato fatto.

Eppure, visto il doppio incarico di Sindaco e Presidente della Provincia, le carte in mano a Menesini per velocizzare i tempi e garantire ai residenti una soluzione ci sarebbero.

Come ci sarebbero le soluzioni per sistemare il manto stradale del Viale Europa che, visto il grande afflusso di tir e mezzi pesanti, versa in pessime condizioni e causa forti vibrazioni alle case che si trovano vicino alla strada. Anche in questo caso, le segnalazioni da parte dei cittadini non sono mancate, mentre è mancato l’intervento del Sindaco nonchè Presidente della Provincia.

Ricapitolando: telecamere, ordinanza, manto stradale. Mentre Menesini litiga con Tambellini, gli abitanti di Viale Europa si sentono presi in giro. Come potrebbe essere altrimenti?

 

Matteo Petrini, Consigliere Comunale Capannori