Carceri, Deidda (): Polizia penitenziaria inascoltata. Chi sbaglia deve pagare, ma inaccettabile campagna contro di loro

“Penso che nessuno possa rimanere insensibile davanti alle immagini diffuse dal carcere in Campania e penso non ci siano dubbi che chi ha commesso delle violenze e dei reati debba scontare una pena doppia, anche per aver macchiato la divisa e gettato ombre su tutti i colleghi. È altrettanto sbagliato e riprovevole, però, colpevolizzare l’intero corpo della Polizia penitenziaria, aizzare vere e proprie campagne d’odio verso chi lavora per la nostra sicurezza e questo non lo possiamo accettare”, dichiara Salvatore Deidda, Capogruppo di in Commissione Difesa;

“Perché piuttosto non si parla di chi era Ministro della per ben 2 Governi ed è rimasto inerme davanti al periodo delle rivolte? Da inizio legislatura, sto denunciando la situazione delle carceri sarde, ma nulla è stato fatto. Organici insufficienti, personale sempre più vecchio, assenza della stragrande maggioranza dei direttori dei quali, i soli 4 presenti, devono moltiplicare le forze per ricoprire i posti vacanti – continua l’esponente di – carenza del personale amministrativo e non sono stati ancora assegnati i reparti detentivi ospedalieri per il ricovero dei detenuti negli ospedali di Cagliari, Sassari, Oristano, mentre, a Tempio, nonostante sia tutto pronto, non viene incredibilmente consegnato all’Amministrazione”, conclude Deidda

Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
6,569FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x