Carceri. Torselli-Romiti (): “A Livorno no all’accorpamento delle classi”

“Così si interrompe il percorso di rieducazione. Il Provveditorato regionale intervenga presso quello provinciale”

“E’ inaccettabile ciò che sta avvenendo nel carcere di Livorno ‘Le Sughere’ dove, per il secondo anno di fila, il Provveditorato provinciale ha deciso di accorpare le classi dell’Istituto tecnico. Gli studenti e gli insegnanti del Iis ‘Vespucci’ denunciano una situazione gravissima: l’accorpamento delle classi quarta e quinta si sostanzia in un dimezzamento delle ore di lezione! La frequenza della scuola e l’ottenimento di un diploma sono strumenti fondamentali per garantire un adeguato percorso riabilitativo. Chiediamo al Provveditorato regionale di farsi carico del problema e di intervenire presso quello livornese”. Lo dichiarano Francesco Torselli, capogruppo di Fratelli d’Italia nel Consiglio regionale toscano, e Andrea Romiti, capogruppo nel Comune di Livorno.

”Questo è solo l’ultimo dei problemi che riguarda il carcere di Livorno in cui la situazione è particolarmente critica anche per gli agenti della polizia penitenziaria. Per questo nelle prossime settimane visiteremo la casa circondariale”, annunciano Torselli e Romiti.

Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
6,568FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x