“La marcia indietro del governatore Arno Kompatscher e del Consiglio provinciale di sulla toponomastica evidenzia la cattiva fede alla base dell’iniziativa anti italiana. Questi personaggi capaci solo a prendere dallo Stato italiano devono capire che non abbasseremo mai la guardia rispetto alle loro velleità secessioniste. L’ è e resta italiano”. E’ quanto dichiara l’on. Maria Cristina Caretta, deputata di Fratelli d’Italia.