Caro bollette, Perissa (FdI): “Attività sportiva non sia penalizzata da crisi energetica”

La crisi energetica ed il conseguente caro bollette previsto per il prossimo autunno porranno a rischio chiusura moltissimi centri sportivi.

I rincari previsti, infatti, rischiano di far quintuplicare l’importo delle bollette costringendo molti operatori del settore sportivo a tirare giù la saracinesca.

Le Associazioni sportive dilettantistiche, già fiaccate dalla stagione pandemica in cui sono state costantemente vessate, avranno dei reali e seri problemi ad affrontare i rincari previsti soprattutto perché esse sono senza finalità di lucro e hanno un assai limitato accesso al credito.

L’importanza dello sport dilettantistico nella nostra società non è da sottovalutare.

È attraverso lo sport, infatti, che centinaia di persone accedono ogni giorno al benessere psicofisico, alla socialità e alla prevenzione di malattie ed è per questi motivi che dobbiamo garantire a questi centri sportivi la sopravvivenza in una stagione così critica.

È necessario quindi mettere in campo delle serie misure a sostegno dello sport dilettantistico e dei suoi operatori affinché la crisi energetica non finisca di affossare un settore ancora in ginocchio dall’emergenza covid.

È quanto dichiara in una nota Marco Perissa, Consigliere nazionale del CONI e candidato di Fratelli d’Italia per la Camera dei Deputati.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
9,490FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati