Caro bollette, Zucconi (FdI): intervenire subito per non mettere a rischio la stagione turistica invernale

Dopo due stagioni invernali saltate del tutto a causa della pandemia, fra lockdown, restrizioni e contagi, quest’anno arriva la crisi energetica a mettere in allarme migliaia di imprenditori del settore alberghiero, che confidavano proprio nella stagione 2022-2023 per iniziare a tirar nuovamente su le casse. Nei prossimi mesi, infatti, secondo le recenti stime le tariffe per la luce aumenteranno circa del 59%, mentre per il gas sono previsti rincari del 60%. E a fare le spese dei rincari di gas e luce sarà anche – e soprattutto – il turismo, specialmente quello delle località sciistiche e di montagna, dove si prevedono già rincari a danno dei clienti per ponti invernali e vacanze di Natale, intorno al 20 per cento. Ma potrebbe essere richiesto un ulteriore supplemento per le spese di luce e riscaldamento. L’aumento delle bollette eliminerà poi anche i margini per pagare gli stipendi ai dipendenti degli hotel e delle società che gestiscono le piste e gli impianti di risalita. Migliaia di persone resteranno così senza lavoro.
In Versilia ad esempio, così come a Lucca, gli albergatori parlano già di possibili chiusure già a partire da novembre, appena terminato Lucca Comics, mettendo addirittura in forse le aperture ormai consolidate del periodo natalizio o di Carnevale. Infatti, se già adesso le spese sono altissime, nei mesi invernali si prevedono rincari insostenibili, dovuti anche ad una minore clientela rispetto al periodo estivo, sia in termini di clienti, che di lunghezza del soggiorno.
Come forza politica di maggioranza, cercheremo in primis di fermare la speculazione sul prezzo del gas, magari cercando una via per stabilire un ‘price cap’ su modello spagnolo, poichè continuare a compensare il costo delle bollette regalando soldi a chi si sta arricchendo sulle spalle di cittadini e imprese è un gravissimo errore, per non dire che non porterebbe mai a trovare soluzione al problema. Il caro bollette, insieme a quello del carovita in generale, è un tema di vitale importanza per l’Italia, motivo per cui come Fratelli d’Italia lavoreremo fin da subito nelle aule parlamentari per dare quanto prima una risposta concreta anche a livello europeo a tutela di imprese e famiglie auspicando, per fare questo, che ci sia compattezza di tutte le forze politiche.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
11,292FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati