Caro energia, Capecchi (FdI): “Ristori immediati per le piscine pubbliche gestite da privati e piscine private, il settore rischia il collasso per lo spropositato aumento delle bollette di energia e gas”

“Giani, anziché fare ordinanze a ripetizione, si preoccupi di gestire le situazioni reali che rischiano di impedire a migliaia di toscani e di ragazzi di seguire corsi di nuoto. Stiamo parlando di un settore fondamentale per lo sport, per la prevenzione delle patologie, per la riabilitazione. Presenteremo una mozione se la Giunta regionale non interverrà”

“I costi dell’energia e del gas ormai alle stelle aggravano una situazione già duramente provata dalle chiusure dovute al Covid. Gli aumenti delle bollette, di oltre il 60%, stanno diventando insostenibili per le piscine pubbliche gestite da privati e per le piscine private: in assenza di ristori immediati, diventerà impossibile mantenere aperte le piscine. Stiamo parlando di un settore fondamentale per lo sport, per la prevenzione delle patologie, per la riabilitazione. Un settore che rischia il collasso. E allora il Governatore Giani, anziché fare campagna elettorale e ordinanze a ripetizione, si preoccupi di gestire le situazioni reali che rischiano di impedire a migliaia di toscani e di ragazzi di seguire corsi di nuoto. Si corra ai ripari sostenendo i vari gestori, aiutandoli a tenere aperte le piscine che stanno subendo uno spropositato aumento dei costi. Se la Giunta regionale non interverrà, presenteremo una mozione”. Lo dichiara il Consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Alessandro Capecchi, vicepresidente della Commissione Ambiente e Territorio, che hanno raccolto l’appello lanciato da tanti sindaci toscani, con una lettera rivolta a Governo e Regione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
7,597FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati