Catania, sisma: Fratelli d’Italia a supporto della popolazione e dei territori colpiti

Il partito di Giorgia è nel catanese per rilevare sul campo l’entità dei danni causati dal recente sisma, trovare soluzioni da proporre e per dare supporto e solidarietà alla popolazione e alle amministrazioni locali.

Fratelli d’Italia ha già pronto un atto parlamentare sull’evento sismico, ma era doveroso innanzitutto recarsi nelle zone colpite dal terremoto a Catania e dintorni: “Come opposizione – ha dichiarato il capogruppo Francesco Lollobrigida – prima di tutto vigileremo sul rispetto delle promesse fatte dal governo, e poi abbiamo già presentato un ordine del giorno che impegna l’esecutivo a interventi rapidi e all’abbattimento di lungaggini e procedure burocratiche non necessarie. Troppo spesso è proprio la burocrazia a frenare le attività a supporto delle popolazioni e delle attività colpite da calamità naturali. Dobbiamo evitare che, a prescindere dagli stanziamenti, sia la burocrazia a frenare tutto”.

Una delegazione di Fratelli d’Italia, infatti,  guidata dal capogruppo alla Camera Francesco Lollobrigida insieme con il coordinatore regionale Manlio Messina, il vice coordinatore regionale Giuseppe Arena e il coordinatore della provincia di Catania Alberto Cardillo, si è recata oggi nel Catanese per toccare con mano le criticità delle zone colpite dal terremoto di Santo Stefano, e ha incontrato i sindaci e i rappresentati di Forze dell’ordine e Protezione Civile a Fleri, Aci Sant’Antonio e Santa Venerina. “Siamo qui innanzitutto per mostrare vicinanza alle popolazioni colpite dal terremoto – ha proseguito Lollobrigida ai giornalisti locali presenti sul posto – e per constatare lo stato dei luoghi. Posso dire che la nota positiva, l’unica naturalmente, è l’efficienza ed efficacia con la quale le forze dell’ordine, i vigili del fuoco e la Protezione civile sono intervenuti immediatamente. La solerzia dell’intervento è stata fondamentale”.“Dopo avere parlato con gli abitanti e avere constatato l’entità dei gravi danni alle abitazioni, ai luoghi di culto, e alle strade delle zone colpite dalla calamità – hanno aggiunto Messina, Arena e Cardillo – auspichiamo un intervento immediato, concreto, tangibile del governo nazionale e regionale finalizzato al sostegno, a tutti i livelli, delle popolazioni colpite che oggi più che mai hanno necessità di supporto e assistenza”. Infine, alla domanda dei cronisti se esista un modo per rendere efficaci gli interventi, Lollobrigida ha concluso: “Bisogna ascoltare le popolazioni, raccordarsi con i sindaci che vivono e conoscono i territori. Solo così si faranno le cose giuste nei tempi e nei modi giusti. Poi occorre certamente la prevenzione, bisogna intervenire sulle costruzioni in modo da renderle antisismiche. A titolo di esempio: sono stato a Santa Venerina, dove i danni in seguito al terremoto sono stati decisamente più contenuti proprio perché dopo i precedenti terremoti si è operato in questo senso. Il nostro dovere è mettere in sicurezza il territorio e lavorare per questo risultato”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

17,818FansLike
3,684FollowersFollow

Leggi anche

Clientelismo sinistro. Emiliano firma assunzioni in campagna elettorale.

Mancano due giorni all’election day, all’interno di una tornata elettorale che potrà stravolgere ulteriormente gli equilibri di potere in alcune Regioni storicamente rosse, e...

Tra i più letti

Conte annuncia abolizione del contante. “Sarà gentile e dolce”.

Per quanto riguarda il Cashless "vogliamo un'Italia piu' digitale, crediamo sia la strada per renderla piu' equa e inclusiva. Il contrasto all'economia sommersa, per rendere il...

Il filo ideologico che lega Bibbiano alla mamma multata a Reggio Emilia. Le dichiarazioni della Fangareggi.

Succede a Reggio Emilia, una mamma che è stata allontanata dal figliolo perché ritenuta inadeguata dai servizi sociali. Una di quelle tante storie di...

Migranti illegali costruiscono moschea abusiva nella sua proprietà. Residente greco di Lesbo denuncia alle autorità.

Una residente greca dell'isola di Lesbo ha presentato una denuncia dopo aver scoperto che i migranti illegali avevano costruito una moschea di fortuna sulla...

Articoli correlati

Clientelismo sinistro. Emiliano firma assunzioni in campagna elettorale.

Mancano due giorni all’election day, all’interno di una tornata elettorale che potrà stravolgere ulteriormente gli equilibri di potere in alcune Regioni storicamente rosse, e...

Meloni: sinistra bugiarda e spaventata dal voto. Sfido Zingaretti e Gualtieri.

"Una sinistra bugiarda e spaventata dal risultato del prossimo lunedì continua a dire che non avremmo proposte da dare agli italiani. Sfido pubblicamente Nicola...

 Willy, Meloni: quattro delinquenti giravano in SUV e prendevano RdC

«Apprendo dalla stampa che i quattro arrestati per l'omicidio di Willy Monteiro venivano mantenuti con i soldi degli italiani. Prendevano tutti e quattro il...

Elezioni. Scanzi se la prende pure con “Osho”, ma finisce umiliato.

Federico Palmaroli, autore della pagina satirica "Le più belle frasi di Osho", finisce nel mirino di un Andrea Scanzi ormai sempre più ottenebrato dalla...