Commercio, Ricchiuti (FdI): aiutare economia locale, boicottare giganti web

“In Italia, in soli 10 anni, hanno chiuso circa 170mila botteghe. Sogni, investimenti, progetti andati in fumo. I colossi del sistema capitalistico, della globalizzazione e della mercificazione del mondo, prendono sempre più quote di mercato. Loro possono permettersi costi irrisori, perché dietro le loro filiere c’è lo sfruttamento del e di madre natura. Uno dei peggiori simboli di questo sistema è il black friday : un invito al consumismo cieco e becero, che idolatra l’accumulazione di merce e beni perlopiù inutili. Sapete una cosa? Lasciate perdere il black friday, non ci cascate. Comprate meno, comprate meglio. E quando vi serve qualcosa, cercatelo vicino a voi, da chi magari ha il figlio nella stessa scuola del vostro, dal vostro vecchio amico di infanzia che fa l’artigiano, o da quella signora che ogni mattina alza la saracinesca della sua bottega e tiene vivo il centro storico del vostro paese. Compriamo da loro e piuttosto chiediamo uno sconto. Non impoveriamoci in tutti i sensi andando dietro alle americanate. Ogni acquisto in rete mette a rischio posti di e impoverisce l’economia locale. Se non lo capiamo non ci possiamo lamentare del che manca e dei giovani che emigrano. Attività commerciali che chiudono, significa anche meno entrate per lo Stato e per i comuni che per pareggio di bilancio dovranno poi aumentare le imposte ai residenti. Disertiamo il black friday!”.

Lo dichiara Lino Ricchiuti, viceresponsabile del Dipartimenti Imprese e Mondi produttivi di Fratelli d’Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
11,313FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati