Conti pubblici. Osnato (FdI), Corte dei Conti certifica buongoverno, mai più sprechi di Pd e M5S

“Sulla situazione economica dell'Italia, nonché sui risultati conseguiti finora dal Governo , è appena arrivato uno dei sigilli più attesi. Sono grato alla Corte dei Conti, organo indipendente, per aver sancito quello che le opposizioni ancora fingono di non vedere: l'Italia mostra un dinamismo che in tempi così difficili dovrebbe renderci tutti orgogliosi”.

Lo dichiara Marco Osnato, deputato di Fratelli d'Italia, presidente della Commissione Finanze e responsabile economico del partito, a margine della relazione sul rendiconto generale dello Stato sull'esercizio 2023, letta questa mattina dai vertici della Corte.

“Le notizie migliori vengono dagli investimenti e dal mercato del lavoro, che ora trarrà beneficio anche dalla deducibilità fino al 130% delle spese per assunzioni a tempo indeterminato” prosegue l'esponente di commentando il recente decreto attuativo della riforma Irpef. “Poi c'è la differenza abissale tra il centrodestra e i governi Pd-M5s: i loro bonus a pioggia, edilizi e non solo, ‘hanno inciso marcatamente sui conti pubblici degli ultimi anni e lasciano una pesante eredità sul futuro'”, aggiunge Osnato con le parole dell'Upb, citate nella relazione del Procuratore generale. “Noi, invece, possiamo vantare entrate fiscali in netto aumento con un boom di quelle originate dalla ‘tregua fiscale': 6,8 miliardi incassati, quasi due volte e mezzo la stima per il 2023. Quanto alla spesa, l'incidenza degli stanziamenti complessivi sul Pil è diminuita di 0,6 decimi: anche questo un segno di buongoverno. Non rotelle ai banchi, ma piccole ali affinché la Nazione possa volare”, conclude Osnato.

0 0 votes
Vota l'articolo
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
13,699FollowersFollow

Leggi anche

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x