“Vorrei ricordare al Sindaco di Giuseppe Sala – che invita i suoi cittadini a non trascorrere le vacanze in e Sardegna – che quando noi di Fratelli d’Italia chiedevamo maggiori controlli chiudendo le vie per la Cina e pretendevamo una maggiore severità per preservare l’Italia dalla diffusione del 19, lui allietava le sue serate con aperitivi insieme a e, ancora oggi, stiamo aspettando tutti le sue scuse. Ci tengo a ribadire che i sardi non hanno nulla contro i lombardi, anzi, quando il , di fatto, impediva i milanesi di raggiungere le seconde case di proprietà, io stesso mi sono battuto affinché quest’ultimi non venissero colpevolizzati o fossero vittime di pregiudizi. Effettuare controlli prima dell’arrivo in Sardegna non è sinonimo di pregiudizio ma di lecita prevenzione, la stessa che Sala non ha avuto in passato. Prima di fare certe dichiarazioni rimembri sui suoi trascorsi e faccia mea culpa”. È quanto dichiara il Deputato di FdI Salvatore Deidda.