Covid. La Pietra (FdI): zona rossa Toscana ennesima dimostrazione incapacità di Giani. Improrogabili sostegni alle imprese

“Il passaggio alla zona rossa di tutta la Toscana è l’ennesima dimostrazione dell’incapacità del presidente Giani e del centrosinistra di gestire questa situazione. Non solo per la zona rossa in sé, ma per l’evidente tentativo di salvare alcuni territori a scapito di altri, per l’errore macroscopico di calcolo sul numero di positivi e, cosa ancora peggiore, per la gestione fallimentare della campagna vaccinale, che vede la Toscana penultima in Italia sulle vaccinazioni over 80. Giani, mentre ha tentato maldestramente di addossare le responsabilità sui medici di famiglia, nulla ha fatto sapere sui ristori maggiori da riconoscere alle zone rosse fatte con ordinanza regionale. È il caso di Pistoia, rossa da un mese. Immediati avrebbero dovuto essere i provvedimenti di sostegno alle imprese e ai lavoratori”.

Così il senatore di Fratelli d’Italia, Patrizio La Pietra, sul passaggio della Toscana alla zona rossa.

“Il ‘governo arlecchino’ e il suo degno ministro Speranza continuano a usare con disinvoltura la tavolozza dei colori senza nemmeno rendersi conto dei danni che stanno producendo al tessuto economico e sociale del territorio – continua La Pietra -. Il provvedimento ‘a sorpresa’, a quanto pare risultato di una serie di conteggi maldestri sul numero dei contagi, colpisce in modo particolare realtà, come la provincia di Pistoia, che già da tre settimane subiscono il massimo delle restrizioni”.

“A questo punto diventano improrogabili tutti i provvedimenti di sostegno alle imprese che, fino ad oggi, governo nazionale e regionale hanno utilizzato con il contagocce. Servono indennizzi proporzionati alle perdite effettive, una tregua fiscale, agevolazioni soprattutto per i settori più colpiti, dal turismo, alla ristorazione, al piccolo commercio di vicinato. Un pacchetto di misure fino a oggi annunciato e promesso ma sempre disatteso. E serve una soluzione per andare incontro alle famiglie con i figli che stanno seguendo le lezioni tramite Dad. Ai pistoiesi sono stati chiesti numerosi sacrifici e loro hanno risposto sempre responsabilmente. Questa continua penalizzazione non è accettabile. Questo sistema di procedere ‘a vista’ sta distruggendo il Paese” conclude La Pietra.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
7,410FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati