Covid-Russia, Rampelli (VPC-FdI): necessaria audizione Conte in Copasir

“Seppur schiacciata dalle cronache della guerra, la storia del presunto spionaggio della missione russa in Italia, attraverso il ‘cavallo di Troia’ degli aiuti umanitari, prosegue arricchendosi di particolari sempre più inquietanti. Se da parte della nostra struttura militare c’è stata la contrarietà a operazioni arbitrarie e disinvolte quasi a conferma della bizzarria delle richieste da parte dell’apparato russo, è tuttavia indispensabile chiarire quali sia stato il perimetro degli accordi presi tra il pres. Conte e il pres. Putin. Se è vero per esempio che ci sia stata la volontà ad avvicinarsi alle aree sensibili della nostra aviazione una nel bresciano, e l’altra ad Amendola in Puglia, dove c’è l’aeroporto militare con gli F35, punta d’eccellenza avanzata della nostra tecnologia. Che la Russia avesse già propositi ostili verso l’Occidente e stesse cercando elementi attraverso le missioni umanitarie per spiare la nostra difesa? Il dubbio non può restare in sospeso”. È quanto dichiara il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,357FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati