Covid, scoppia il caso “Pregliasco” sulle cure negate.

Dopo le polemiche su Fabrizio Pregliasco scaturite dal servizio mandato in onda la settimana scorsa dalla redazione di “Fuori dal coro”, ieri sera Mario Giordano ha mostrato un documento che inchioda il direttore sanitario dell’Istituto Galeazzi.
“Ho la prova provata, la certificazione, la pietra tombale sulle sue bugie” ha detto il giornalista sventolando un documento con la firma di Pregliasco. Si tratta della famosa circolare del Galeazzi che discrimina i non vaccinati. L’oggetto della circolare è la programmazione delle attività chirurgiche del 2022.
“Dalla settimana del 10 gennaio – si legge – si ritiene necessario rivedere la programmazione degli interventi riservando l’attività a pazienti che possiedono il Green pass rafforzato”.
Già la scorsa settimana lo stesso Fabrizio Pregliasco aveva smontato questa narrazione anticipata da Mario Giordano, minimizzando «Abbiamo posticipato sulla base di una serie di criteri di fragilità alcuni interventi come l’alluce valgo. Chi non ha la terza dose è una persona che rischia di più di potersi infettare in ospedale».
Intanto, nei giorni scorsi, i giudici di Milano hanno convocato Pregliasco in Procura mentre la Regione Lombardia ha inviato i suoi ispettori all’ospedale Galeazzi per fare chiarezza sulla vicenda.
Ciò che è certo è che se un dirigente sanitario ordina di sospendere interventi rispetto a persone “sgradite”, effettuando una discriminazione del tutto arbitraria, configura il reato di abuso d’ufficio, discriminazione e omissione di soccorso.
Ci chiediamo se i provvedimenti disciplinari siano partiti solo per i medici che, nonostante il dannoso protocollo della vigile attesa, abbiano curato i malati di Covid secondo scienza e coscienza. Il fatto che un direttore di ospedale che impedisce ai propri medici di operare malati senza la terza dose vada puntualmente in tv a dare lezioni di etica a medici che curano davvero i pazienti e che per questo sono stati radiati ci sembra davvero inaccettabile
Letizia Giorgianni
Letizia Giorgianni
O te ne stai in un angolo a compiangerti per quello che ti accade o ti rimbocchi le maniche, con la convinzione che il destino non sia scritto. Per il resto faccio cose, vedo gente e combatto contro ingiustizie e banche. Se vuoi segnalarmi qualcosa scrivimi a info@letiziagiorgianni.it

3 Commenti

  1. Siamo arrivati ad un punto, che mi viene da vomitare ad ascoltare questi virologi. Avranno studiato, saranno anche capaci nel loro lavoro, ma dimenticano il giuramento di Ippocrate che per alcuni é diventato dell’ ipocrita.

  2. Il Canadà ,l’Australia stanno dando l’esempio di come venir fuori.Bando alle chicchere.Ne sono state fatte troppe e troppo poco si è agito.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,375FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati