Cristiani perseguitati. Amorese (FdI): Non dimentichiamo le violenze in odium fidei

“Nel purtroppo ampio mare magnum delle violazioni della libertà religiosa si segnala l'aumento, di anno in anno, del numero e della gravità di violenze, uccisioni e rapimenti di cui sono vittime, in ogni continente del mondo, i cristiani (civili, sacerdoti ed anche suore), dunque sempre più perseguitati per la loro fede. Oltretutto ricordiamo che spesso gli attacchi si consumano durante le celebrazioni religiose di eventi importanti: penso, per esempio, al sanguinoso attentato dello scorso anno in Nigeria durante la messa di Pentecoste. E non dimentichiamo le chiese incendiate e distrutte, anche in Europa. Di fronte a tutto questo, oltre a importanti atti simbolici, ci tengo a sottolineare che con il , l'attenzione é molto più forte e seria: cito per esempio l'incremento del Fondo della Farnesina per le comunità cristiane discriminate”.

Lo ha dichiarato oggi in aula a Montecitorio Alessandro Amorese, capogruppo di Fratelli d'Italia nella commissione e della .

0 0 votes
Vota l'articolo
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
13,699FollowersFollow

Leggi anche

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x